Connect with us

Hi, what are you looking for?

Spettacoli

Marco Paolini al Nuovo con Numero primo

Marco Paolini

Il Grande Teatro 2016-17 prosegue con Marco Paolini che dal 13 al 18 dicembre propone il suo nuovo spettacolo Studio per un nuovo album. Numero primo.

Il Grande Teatro (rassegna organizzata dal Comune di Verona e dal Teatro Stabile del Veneto – Teatro Nazionale con Unicredit come main partner) prosegue – il 13 dicembre alle 20.45 al Teatro Nuovo – con Marco Paolini che presenta il suo ultimo spettacolo Studio per un nuovo album. Numero primo scritto a quattro mani con Gianfranco Bettin. La regia dello spettacolo, prodotto da Jolefilm, è dello stesso Paolini.

Sul filo della memoria, in Numero primo Paolini racconta di un padre e di un figlio in viaggio nel Nord Est italiano, tra le nevrosi della modernità, l’invadenza della tecnologia e alcuni scenari fantascientifici. Più ancora di ieri, quando gli Album raccontavano soprattutto storie d’iniziazione, questo nuovo lavoro tende a parlare in modo diretto di oggi, della realtà attuale, drammaticamente alle prese con una pervasiva rivoluzione tecnologica.

Paolini e Bettin, coautori di questo nuovo lavoro, sono partiti da alcune domande: Qual è il rapporto di ciascuno di noi con l’evoluzione delle tecnologie? Quanto tempo della nostra vita esse occupano? Quanto ci interessa sapere di loro? Quali domande ci poniamo e quali invece no a proposito del ritmo di adeguamento che ci impongono per stare al loro passo? Quanto sottile è il confine tra intelligenza biologica e intelligenza artificiale? Se c’è una direzione c’è anche una destinazione di tutto questo movimento?

«Ho un’età – dice Paolini – in cui non sento il bisogno di guardare indietro, di ricostruire, preferisco sforzarmi di immaginare il futuro. Ho così fatto un Album con nuovi personaggi. Parlo della mia generazione alle prese con una pervasiva rivoluzione tecnologica. Parlo dell’attrazione e della diffidenza verso di essa, del riaffiorare del lavoro manuale come resistenza al digitale. Parlo di biologia e di altri linguaggi, ma lo faccio seguendo il filo di una storia più lunga che forse racconterò a puntate come ho fatto con i primi Album».

Lo spettacolo racconta un futuro probabile fatto di cose, di bestie e di umani rimescolati insieme come le carte di un mazzo prima di giocare. Numero primo è il soprannome del protagonista, un bambino nato chissà dove, generato da un evoluto programma di laboratorio. È figlio di Ettore e di madre incerta. Accanto a lui cose e bestie, anche loro con le proprie voci e i propri pensieri. L’orizzonte temporale immaginato riguarda i prossimi cinquemila giorni, tredici anni circa. Pensando a quanto il mondo delle cose sia cambiato nei cinquemila giorni appena trascorsi, più che necessario guardare al futuro con il beneficio del dubbio rispetto a ciò che oggi è ancora inverosimile.

Dopo la “prima” di martedì repliche tutte le sere fino a sabato 17 alle 20.45. Ultima replica domenica 18 alle 16. Giovedì, alle 17 al Teatro Nuovo, Marco Paolini incontra il pubblico: l’ingresso è libero.

Informazioni tel. 0458006100 e www.ilgrandeteatro.comune.verona.it e www.teatrostabileveneto.it. Vendita biglietti al Teatro Nuovo, tel. 0458006100. Biglietti anche tramite circuito GETICKET (numero verde sportelli Unicredit Banca abilitati 800323285) e Call center (tel.848002008). Biglietti on line su www.geticket.it. Servizio biglietteria anche presso Box Office, via Pallone 16, tel. 0458011154.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement
Advertisement

Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement

Altri articoli

Territorio

DOSSIER – La città non è stata ritenuta degna per il titolo di Capitale della cultura. Però ci abbiamo messo del nostro.

Spettacoli

TEATRO NUOVO. L’edizione 2020-21 prevede nei mesi prossimi il recupero degli spettacoli non andati in scena per il lockdown. Riparte anche la Scuola di...

Territorio

Il Comune e l'Università di Pavia hanno iniziato un progetto coeso che mapperà e digitalizzerà il sistema fortificato veronese, al fine di migliorarne la...

Opinioni

La scuola, ha il compito di far comprendere, ai ragazzi e alle loro famiglie, che i loro insegnanti ci sono, che sono lì presenti...

Advertisement