Connect with us

Hi, what are you looking for?

Sara Pigozzo
Sara Pigozzo

Inchieste

Partita IVA e cultura, se sei creativo ce la puoi fare

INCHIESTA Economia e cultura ai tempi della crisi, i dati di Symbola e Camera di Commercio; dai giovani videomakers Sara Pigozzo e Enrico Meneghelli, al turismo esperenziale di Giovanna Manganotti; il know-how di Mag e Banca Etica. L’industriale Giuseppe Manni: «C’è un ritardo che è sociale prima che economico, dovuto alla storia dell’impresa veneta». Claudio Baccarani, Università di Verona: «E’ solo questione di tempo, dalla cultura passa il futuro del Paese». L’esempio del vino.

Le imprese di Verona appartenenti al sistema produttivo culturale sono il 7,8% del totale di quelle presenti sul territorio, con il 7,2% degli occupati a livello provinciale. I dati sono del 2014 e provengono dal Rapporto Annuale sull’Economia Veronese dell’Ufficio Studi delle Camera di Commercio scaligera. Il valore aggiunto prodotto complessivamente da queste attività rappresenta il 6,6% del totale.
Un rapporto pubblicato nel giugno 2016 da Symbola – Fondazione per le qualità italiane, dal titolo Io sono cultura, segnala che Verona è al 19° posto tra le prime venti province per incidenza di valore aggiunto e occupazione culturale. A luglio 2016 ancora Symbola, analizzando le nuove geografie della produzione del valore in Italia, pubblica Coesione è competizione. Lo studio, condotto con Unioncamere e Cnel, evidenzia che sono le imprese coesive, quelle cioè che puntano su compartecipazione, collaborazione, comunicazione e rapporto con il territorio, a mettere a segno i risultati migliori, registrando nel 2015 aumenti del fatturato, rispetto al 2014, nel 47% dei casi, mentre fra le imprese non coesive tale quota si ferma al 38%. Altro dato importante, il 10% di queste imprese ha dichiarato assunzioni nel 2015, contro il 6% delle altre.

Coesione e cultura possono quindi essere due carte da giocare per chi voglia intraprendere un’attività proiettata nel futuro e il Veneto si mette in evidenza come una delle regioni a maggior tasso di coesione, posizionandosi al terzo posto, dopo Trentino Alto Adige e Lombardia.

Domenico Sturabotti

Domenico Sturabotti

«Va molto bene la componente legata alla creatività – dichiara Domenico Sturabotti, direttore di Symbola –, ovvero quelle attività economiche che generano valori simbolici poi trasferiti ad altri campi, per esempio design, comunicazione, architettura. Tutti i settori andati in crisi vedono in queste attività un fattore per tornare ad essere competitivi». E prosegue: «Molto bene anche le creative driven, aziende che incorporano in maniera strutturale il valore della cultura unito alla creatività ed è significativo il confronto con attività cuore della cultura, come musica, teatro, cinema, beni culturali o le performing arts, che invece sono in sofferenza, con rari segnali positivi».
Sotto il termine attività culturali in realtà si trova di tutto, tanto che a riguardo «non esiste una definizione condivisa» come spiega Claudio Baccarani, docente del Dipartimento di Economia Aziendale dell’Università di Verona. «Nel settore troviamo l’intero patrimonio culturale e ambientale, archivi, biblioteche, editoria, arti visive, architettura, performing arts, produzione audio/video».

Per favore Accedi per vedere questo contenuto. (Non sei registrato? Registrati!)
Written By

Federica Sterza è nata a Verona nel 1988, sotto il segno del Toro. Un diploma al Liceo Classico Scipione Maffei e una laurea in Scienze della Comunicazione: editoria e scrittura. E' giornalista professionista e collabora con alcuni quotidiani online. Dopo due periodi di studio e lavoro trascorsi in Inghilterra e Spagna per perfezionare le lingue, torna in Italia. Sul comodino non mancano mai una rivista e un libro, oltre a una buona tazza di caffè. federicasterza@hotmail.com

2 Comments

2 Comments

  1. Francesco Premi

    01/08/2016 at 17:31

    Una bella inchiesta che – si spera – più che punto di arrivo potrebbe essere punto di partenza per ulteriori riflessioni su ciascuna delle tematiche toccate. In primo luogo, ad esempio, capire come può essere che la (fu) 4^ meta turistica italiana dopo Roma, Venezia e Firenze (per alcune classifiche – Wimdu ad esempio, ma non solo – siamo stati già superati nel 2015 da Milano e Torino) possa essere solo “al 19° posto tra le prime venti province per incidenza di valore aggiunto e occupazione culturale”. E’ vero che turismo non sempre è cultura, ma questa differenza così ampia è certamente sospetta. Vuol dire che è un turismo dal minimo valore aggiunto, che non ha ritorni sull’occupazione culturale? Si potrebbe chiedere all’assessore alla cultura del Comune scaligero, se ci fosse…

  2. Redazione

    01/08/2016 at 18:02

    Un ponte tra passato e futuro. Un’inchiesta che è anche punto di incontro tra generazioni, tra chi strada ne ha fatta tanta (e in diverse direzioni) e chi ce l’ha ancora tutta davanti. Leggendo si capisce che gli strumenti per uscire dalla crisi ci sono, come dimostrano gli studi e le competenze a cui l’articolo fa riferimento. Sgomberato il campo da una mentalità limitata che vede nel profitto l’unico scopo dell’impresa, riemergono quei valori che ne costituiscono il motore più autentico insieme ad altri che invece sono nuovi, da esplorare con grande interesse per le prospettive che aprono. g.m.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Firma la petizione

Meno agitazione più informazione. Abbonati a Verona In

Campagna abbonamenti Verona In

Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement

Facebook

Altri articoli

Opinioni

Mobilità, verde e cultura. Sistemi trascurati o mal progettati che sarebbe opportuno inserire nel programma di governo della città

Interviste

INTERVISTA – Licia Massella: «A Verona servono spazi patrocinati, pubblicità e un supporto che evidenzi l'interesse del Comune per la cultura»

Interviste

«La scelta di quest’anno è volutamente un lavoro di squadra, e queste nuove produzioni sono targate Fondazione Arena, nel senso che tutte le componenti...

Advertisement