Connect with us

Hi, what are you looking for?

Archivio

Ex Tiberghien, sono iniziati i lavori di demolizione

Ex Tiberghien, demolizione della palazzina che si affaccia su via Unità d’Italia

Ex Tiberghien, demolizione della palazzina che si affaccia su via Unità d’Italia

È iniziata lunedì 4 luglio, all’ex lanificio Tiberghien, la demolizione della palazzina che si affaccia su via Unità d’Italia. Nel corso di questa settimana i lavori proseguiranno con l’abbattimento di tutti i capannoni costruiti lungo la strada di accesso alla città.
«Finalmente viene messa la parola fine ad uno dei luoghi più degradati di Verona – ha detto il Sindaco Flavio Tosi – una situazione che si poteva benissimo risolvere tanti anni fa se non ci fossero stati dei vincoli assurdi imposti da precedenti soprintendenti».

«La proprietà – ha spiegato l’assessore all’Urbanistica Gian Arnaldo Caleffi – sta elaborando una proposta progettuale che deve conciliare la riqualificazione dell’area con la necessità di dare alla città un beneficio concreto in termini di cessione di superficie, in quanto il nostro Piano degli Interventi prevede che a fronte di un intervento privato debba essere garantito un servizio pubblico, che in questo caso potrebbe essere concretizzato con maggiori spazi a disposizione del quartiere».

Per consentire l’avanzare dei lavori e la sicurezza degli utenti della strada, la carreggiata di via Unità d’Italia che affianca l’ex Tiberghien (direzione da San Michele extra a Porta Vescovo) rimane ristretta ad una corsia di marcia per tutta la durata del cantiere.

 

1 Comment

1 Comment

  1. Giuseppe Braga

    05/07/2016 at 07:55

    Ho conosciuto il lanificio Tiberghien negli anni 1960. Ho conosciuto la sua storia, per aver partecipato come dirigente sindacale alle sue lotte negli anni Settanta. Ho assistito e condiviso le preoccupazioni di quando l’allora sindaco di Verona Renato Gozzi, con l’appoggio dell’intero consiglio comunale, affido’ a Vincenzo Casati, segretario della CISL e ad altri esponenti politici fra cui Giorgio Braglia, la gestione dello stabilimento dopo che la proprietà Tiberghien aveva portato le chiavi in comune e si era ritirata. Nadia Olivieri, nel suo bellissimo libro in cui sono raccolte e narrate moltissime testimonianze, riguardanti la sua secolare storia, ricorda queste vicende che non possono essere cancellate dalle ruspe.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SCARICA GRATIS

L'Arsenale, grande opportunita per Verona

Advertisement
Advertisement

Advertisement

Altri articoli

Opinioni

La città ha bisogno di una pianificazione che comprenda i sistemi economico-produttivo, residenziale, del verde, dei parchi, della mobilità, della cultura e degli edifici...

Satira

A colpi di matita attraverso il filtro dell’ironia per sorridere anche quando verrebbe da piangere, perché il sorriso aiuta a tenerci vigili

Ambiente

Nello spazio di un anno, dal 2019 al 2020, nella nostra regione sono spariti 682 ettari di verde mentre la legge regionale sul consumo di...

Opinioni

La città è una realtà complessa dove i problemi legati allo sviluppo si risolvono con soluzioni urbanistiche di sistema, considerando insieme mobilità, cultura, ambiente

Advertisement