Connect with us

Hi, what are you looking for?

Archivio

Dal 6 luglio musica dal mondo, ma non solo, al Lessiniafest

Lessiniafest
Raiz e i Radicanto

Lessiniafest

Raiz e i Radicanto


Dodici date per la decima edizione della rassegna musicale che tra luglio ed agosto coinvolge due regioni e tre province per trasformare in sale da concerto grotte e boschi, pascoli e malghe. Mercoledì 6 luglio il primo appuntamento, con un’insolita inaugurazione.

Per il decimo anno la Lessinia si trasforma in palcoscenico naturale. A luglio si inaugura Lessiniafest, la rassegna itinerante che coinvolge due regioni e tre province per portare la musica nelle grotte e nei boschi, sui pascoli e nelle malghe che diventano sale da concerto, con gli spettatori chiamati a raggiungere i luoghi dei concerti a piedi e a godere della bellezza della musica seduti sull’erba dei prati o sotto l’ombra delle faggete.
Artisti dall’Argentina, dalla Polonia, dalla Germania, dalla Croazia e dall’Irlanda sono quest’anno i protagonisti del festival musicale internazionale tra i più ricchi dell’arco alpino. L’iniziativa è sostenuta dai Comuni dell’alta Lessinia, con il contributo di Fimauto, Cassa Rurale Bassa Vallagarina, Comunità Montana della Lessinia, Consorzio Bim Adige e Consorzio Monte Veronese. L’organizzazione è affidata all’associazione Le Falìe e al Film Festival della Lessinia che arricchisce e completa il programma con una serata di proiezione per ciascuno dei Comuni coinvolti.

Alessandro Anderloni, ideatore e direttore artistico di Lessiniafest, presenta così la decima edizione: «Questo festival è l’appuntamento caratterizzante dell’estate in Lessinia. Decine di migliaia di spettatori in dieci anni hanno scoperto questa montagna grazie alla musica. E la Lessinia ha potuto ascoltare artisti da ogni parte del mondo, proposte musicali nuove, eventi teatrali e di danza unici. Se Lessinia e cultura ora sono un binomio affermato è merito anche di Lessiniafest: questa è la migliore promozione per questo altopiano».

Il programma 2016 si preannuncia un viaggio davvero affascinante, con un’inaugurazione insolita. Mercoledì 6 luglio è il parco di Villa della Torre a Fumane ad ospitare una notte shakespeariana. In occasione dell’anniversario dalla morte, Lessiniafest omaggia il drammaturgo inglese con lo spettacolo di teatro e danza contemporanea Gli amori di Shakespeare con le coreografie di Silvia Bertoncelli. Sabato 9 luglio, dalla Croazia al Monte della Croce di Cerro Veronese, risuona la musica di Branko Galoić e della Skakavac Orkestar. Domenica 10 luglio si viaggia invece in Irlanda con gli Inisheer protagonisti al Rifugio Dardo di Erbezzo, quindi sabato 16 luglio dall’Argentina al Trentino con Las Hermanas Caronni al Bosco de La Regina di Ala, fino a sfiorare domenica 17 luglio le terre della Puglia con la voce di Pino De Vittorio nella chiesa di Sant’Antonio Abate a Vestenavecchia. Quindi in Polonia con i Vołosi a suonare nell’Abbazia di San Moro a San Mauro di Saline domenica 24 luglio, e a Cuba, domenica 31 luglio, con Sorah Rionda ad esibirsi alla Stalla del Modesto a Roverè Veronese.
Un nome di rilievo della nuova musica cantautoriale italiana è l’ospite del grande concerto in piazza a Velo Veronese giovedì 4 agosto: Raiz, cantante degli Almamegretta, che si esibisce con l’originale progetto che lo vede accompagnato dai Radicanto, gruppo barese con cui esplora sonorità musicali da ogni parte del pianeta.
Sabato 6 agosto Lessiniafest arriva a fare tappa nel Vicentino, al Rifugio Campogrosso di Recoaro Terme, con Anderloni a proporre il suo racconto Terra bella terra affiancato da Raffaella Benetti ed Enrico Breanza. Ed ancora nell’impressionante cornice naturale del Buso del Valon, a Bosco Chiesanuova, lunedì 8 agosto si diffondono le note del Modern Saxophone Quartet, mentre sabato 13 agosto i pascoli dell’alta Lessinia, a Malga Cornafessa di Ala, fanno da scena al concerto del trio tedesco di Manfred Manhart.

Com’è tradizione, un trekking musicale conclude il programma dei concerti. Quest’anno è la Divina Commedia a scandire le tappe della camminata che da Contrada Coste di Sant’Anna d’Alfaedo giunge sulla cima del Corno d’Aquilio, domenica 14 agosto. A recitare alcuni canti dell’Inferno, nella Grotta del Ciabattino, del Purgatorio, lungo la salita, e del Paradiso, sulla cima, Anderloni è accompagnato al violino da Giovanni Angeleri già protagonista del video musicale Gasìngala, un violino in Lessinia.

Ai concerti sono abbinate le escursioni guidate del Camminaparco e le serate di proiezione del meglio del Film Festival della Lessinia. Il programma della rassegna è disponibile online, sul sito www.lessiniafest.it

Advertisement. Scroll to continue reading.
Written By

redazione@verona-in.it

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Banner-Studio-editoriale-Giorgio-Montolli

MEMORY BOOKS

Scarica gratis

COSA SONO I MEMORY BOOKS?
Approfondimenti su tematiche veronesi.
A COSA SERVONO?
Offrono una visione diversa di città.
QUANTO TEMPO PER LEGGERLI?
15 minuti.
PERCHÉ SCARICARLI?
Sono rari.
QUANTO COSTANO?
Nulla.

Advertisement
Advertisement

Advertisement

Altri articoli

Interviste

INTERVISTA – Il teatro secondo l'attore, regista e autore cinematografico Alessandro Anderloni: «La disobbedienza è fondamentale per la nostra società, perché scatena pensieri, discussioni...

Interviste

INTERVISTA – Andrea Castelletti: «Il teatro d’avanguardia riesce a coinvolgere giovani alternativi ma a Verona ciò che alternativo è sempre molto marginale. I nostri...

Interviste

INTERVISTA – Pier Mario Vescovo: «Verona dovrebbe sfruttare maggiormente, accanto ai teatri storici, i numerosi spazi cittadini alternativi e il profondo legame che alcuni...

Spettacoli

Dopo il debutto a Siracusa e la messa in scena a Pompei lo spettacolo di Fondazione INDA giunge in riva all'Adige il 14 e...

Advertisement