Connect with us

Hi, what are you looking for?

Archivio

IV Forum Euroasiatico: «Meno sanzioni e più commercio»

Romano-Prodi
Romano Prodi

Insieme per un nuovo dialogo politico e una visione inovativa delle relazioni economiche. E’ stato questo il tema conduttore del IV Forum Euroasiatico, che si è svolto a Verona il 22 e 23 ottobre al palazzo della Gran Guardia, promosso dalla Associazione Conoscere Eurasia. I temi affrontati riguardavano: Europa e l’Eurasia; l’Italia e l’Eurasia; Economia e Finanza; le Infrastrutture; Food e Agroalimentare; Aziende Innovative e Start Up; Energie Alternative.

Dopo la presentazione di Antonio Fallico, presidente dell’Associazione Conoscere Eurasia che ha promosso l’evento, è toccato al Sindaco di Verona Flavio Tosi aprire i lavori, moderati da Angelo Fantozzi, presidente di Promoteia SPA.

Nel suo intervento, Tosi ha toccato varie materie di natura economica e politica, tra cui l’interscambio commerciale e turistico che l’Italia e Verona hanno con i Paesi dell’area Euroasiatica e le relazioni che egli ritiene siano necessarie per uscire dalle diverse situazioni di crisi. Riguardo alla politica italiana, Tosi ha riconosciuto l’impegno del Presidente del Consiglio Matteo Renzi nel voler cambiare il nostro Paese, ed ha espresso  ammirazione e il suo pieno appoggio per la forte determinazione del Premier a rimuovere ogni ostacolo che impedisca il raggiungimento dell’obiettivo.

Il ministro per le Riforme e per i Rapporti con il Parlamento Maria Elena Boschi ha ricordato che in Italia negli ultimi 70 anni ci sono stati ben 63 governi. Secondo Boschi a ciò si devono attribuire i ritardi esistenti nei vari settori dell’economia e le difficoltà negli interscambi economici tra l’Italia e gli altri Paesi. La ministra ha ricordato con enfasi gli sforzi di Renzi per cambiare il Paese e dotarlo di nuovi sistemi di relazione con le varie realtà politico-economiche su vasta scala. Infine Boschi ha elencato i diversi viaggi di Renzi nella Federazione Russa, in Kazakistan e in Cina, per proporre l’Italia come ponte con l’Europa.

Nel suo intervento Romano Prodi ha auspicato maggior unità di intenti da parte di Unione Europea, Federazione Russa, Bielorussia e USA per superare le sanzioni, che impedendo gli scambi commerciali, limitano lo sviluppo di una vasta area geografica con ripercussioni sui mercati mondiali. Il professore ha ricordato gli accordi, recentemente sottoscritti fra Germania e Russia, che favorendo le esportazioni della Federazione Russa verso la Germania sono in grado di danneggiare l’Italia. Accordi resi possibili per i ritardi esistenti nel resto dell’Europa in materia di reti di collegamento e di comunicazione che, secondo Prodi, andrebbero superati con celerità anche con la sottoscrizione di patti bilaterali.

Advertisement. Scroll to continue reading.

I lavori sono proseguiti con gli interventi di esponenti dei vari ministeri economici dei Paesi Euroasiatici e dei rappresentanti delle Camere di Commercio Italo-Russa, Italo-Iraniana, Italo-Ellenica, Franco-Russa, di manager italiani e russi.

La presenza al Forum degli Ambasciatori in Italia della Federazione Russa, dell’Armenia e dell’India, nonché di ministri e personalita del Governo Italiano, (oltre a Maria Elena Boschi, Federica Guidi, Paolo De Castro, Massimo Mucchetti), confermano lo spessore e la rilevante valenza politica dell’iniziativa, alla quale erano accreditate oltre 650 imprese dell’Area Euroasiatica, che insieme hanno prodotto, nel 2014, interscambi commerciali per oltre 35 miliardi di euro.

Il Forum si è ufficialmente chiuso al Teatro Ristori con il Coro dell’Armata Rossa che ha ricordato il 70° Anniversario dalla fine della Seconda Guerra Mondiale.

Giuseppe Braga

Advertisement. Scroll to continue reading.
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Banner-Studio-editoriale-Giorgio-Montolli

Agec Funicolare Castel San Pietro Verona

Advertisement

MEMORY BOOKS

Scarica gratis

COSA SONO I MEMORY BOOKS?
Approfondimenti su tematiche veronesi.
A COSA SERVONO?
Offrono una visione diversa di città.
QUANTO TEMPO PER LEGGERLI?
15 minuti.
PERCHÉ SCARICARLI?
Sono rari.
QUANTO COSTANO?
Nulla.

Advertisement
Advertisement

Altri articoli

Cultura

Il Compito del nuovo assessore alla Cultura? Mappare e coinvolgere istituzioni storiche e soggetti culturali finora poco valorizzati in un progetto corale di rilancio...

Cultura

Il pittore veronese si ispirò ai maestri dell’epoca e alla pittura fiamminga. Nelle sue opere emerge una luminosità contraddistinta da una caratteristica sfumatura e...

Spettacoli

BASTIONE SAN ZENO. Un teatro intimista e minimalista, “sogni” o “memorie” portati in scena da Jana Balkan, Isabella Caserta, Roberto Vandelli, Andrea Pasetto.

Spettacoli

TEATRO ROMANO. Il 21 luglio 2021 inaugura l'VIII edizione del Festival il monologo teatrale inedito Monsieur Baudelaire, quando finirà la notte?, su testo di...