Connect with us

Hi, what are you looking for?

Spettacoli

Il Barbiere trasforma l’Arena in un grande giardino

Il barbiere di Siviglia, Arena di Verona 2015
Il barbiere di Siviglia 2015

Sabato 1 agosto alle 20.45 debutta il capolavoro di Gioachino Rossini, quinto titolo operistico della 93ª edizione del Festival lirico

Per 5 serate, a partire da sabato 1 agosto, Il Barbiere di Siviglia messo in scena da Hugo de Ana, che ha curato regia, scene, costumi e luci, trasforma l’Arena di Verona in un grande giardino, arricchito dalle divertenti coreografie di Leda Lojodice e caratterizzato dalle suggestive e gigantesche rose che contraddistinguono il Museo dell’Opera AMO a Palazzo Forti. Per questo titolo vediamo l’esordio in Arena di un giovane e affermato direttore d’orchestra, Giacomo Sagripanti.

Il cast è ricco di voci molto amate e specialiste del repertorio del compositore pesarese: nei panni del Conte d’Almaviva per le prime due recite in programma torna Antonino Siragusa (1, 7/8), riconosciuto interprete rossiniano sui più grandi palcoscenici del mondo, mentre per le altre serate(20, 28/8 – 4/9) il ruolo è sostenuto da Juan José de León, apprezzato artista al suo debutto areniano. La bella e scaltra Rosina per le prime tre serate è il soprano Jessica Pratt (1, 7, 20/8), mentre per le ultime due recite vediamo esibirsi per la prima volta in Arena Hulkar Sabirova (28/8 – 4/9). Troviamo quindi un altro debuttante del Festival lirico areniano: Mario Cassi, chiamato ad interpretare per tutte le recite il factotum Figaro. Nel ruolo di Don Bartolo si conferma anche per questa edizione del Festival Bruno De Simone (1, 7, 20/8), poi interpretato per la prima volta in Arena da Omar Montanari (28/8 – 4/9); mentre Roberto Tagliavini (1, 7, 20/8) e Marco Vinco (28/8 – 4/9) vestono i panni di Don Basilio. Accanto agli interpreti principali, Nicolò Ceriani è in scena nel doppio ruolo di Fiorello e di Ambrogio, Silvia Beltrami (1, 7, 20/8) e Alice Marini (28/8 – 4/9) si danno il cambio nella serva Berta, infine Victor Garcia Sierra è un Ufficiale. Tutti gli interpreti sono affiancati dai complessi artistici areniani Orchestra, Coro, Corpo di ballo, mimi, comparse e Tecnici dell’Arena di Verona. Il Coro è diretto da Salvo Sgrò, il Corpo di ballo da Renato Zanella.

Il Barbiere di Siviglia di Rossini ritorna in Arena per la quarta volta nell’allestimento di Hugo de Ana, che con enorme successo ha debuttato per il Festival 2007 ed è stato, quindi, riproposto nel 2009 e nel 2011. Il rocambolesco intreccio di Rosina, che viene salvata da Figaro dalle grinfie di Don Bartolo per finire tra le braccia del Conte d’Almaviva, si svolge tutto sul proscenio, mettendo in mostra al pubblico i ricercati costumi settecenteschi che si sposano con l’atmosfera favolistica e surreale della messa in scena. La finzione teatrale è sottolineata sia dalla coreografia dell’ouverture, che ricorda un enorme carillon, sia dalla conclusione pirotecnica che sa sempre stupire e affascinare gli spettatori.

Sulla scena perciò si rivela un mondo fantastico e coloratissimo, che ricorda quasi quello cinematografico di Alice in Wonderland. Un enorme jardin de l’amour dalle gigantesche rose rosse e dagli intricati labirinti di siepi che, amplificato dagli ampi spazi areniani, riflette l’aggrovigliarsi di una vera e propria commedia degli equivoci, pervasa da una forte vis comica, essenza dell’opera buffa rossiniana composta sul libretto di Cesare Sterbini, a sua volta tratto dalla pièce drammatica di Beaumarchais del 1775.

Advertisement. Scroll to continue reading.
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Banner-Studio-editoriale-Giorgio-Montolli

MEMORY BOOKS

Scarica gratis

COSA SONO I MEMORY BOOKS?
Approfondimenti su tematiche veronesi.
A COSA SERVONO?
Offrono una visione diversa di città.
QUANTO TEMPO PER LEGGERLI?
15 minuti.
PERCHÉ SCARICARLI?
Sono rari.
QUANTO COSTANO?
Nulla.

Advertisement
Advertisement

Advertisement

Altri articoli

Cultura

Per troppi mesi all’anno il monumento è nascosto e svilito da scenografie ingombranti, impalcature, ponteggi, gru e macchinari vari e non di rado le...

Spettacoli

La commedia del francese Pierre Caron de Beaumarchais fornisce l’innesco per il racconto di quel “giorno di tormenti, di capricci e di follia” che...

Interviste

INTERVISTA – Pier Mario Vescovo: «Verona dovrebbe sfruttare maggiormente, accanto ai teatri storici, i numerosi spazi cittadini alternativi e il profondo legame che alcuni...

Cultura

Occorre ripensare la stagione areniana in modo che non rimanga un evento isolato. Un festival della musica sinfonica potrebbe valorizzare tante potenzialità oggi non...

Advertisement