Connect with us

Hi, what are you looking for?

Inchieste

Il Sistema Bibliotecario Provinciale patrimonio a rischio

 INCHIESTA – Per effetto della Legge Del Rio il 30 aprile non potrà essere rinnovato il contratto per il servizio di consultazione e prestito del vasto patrimonio di libri di quasi tutte le biblioteche della provincia di Verona. Eppure il sistema Clavis, gestito dalla Comperio, negli ultimi 7 anni ha raddoppiato gli utenti: dai 52.670 del 2008 ai 124.908 del 2014.

Un catalogo online di 1 milione tra libri, DVD e CD, 900 mila prenotazioni via internet di libri e DVD, 9 milioni di prestiti di libri, DVD e riviste e 2 milioni di libri trasportati da una biblioteca all’altra

Il Sistema bibliotecario della provincia di Verona (SBPVR) potrebbe avere le ore contate: infatti la Legge Del Rio, che ha recentemente riformato gli enti provinciali, sta seriamente mettendo a rischio il servizio di consultazione e prestito che permette di accedere al vasto patrimonio librario di quasi tutte le biblioteche della provincia di Verona attraverso le singole biblioteche comunali.

Il contratto con la ditta Comperio, che attraverso il sistema Clavis dal 2004 gestisce il sistema, scadrà il prossimo 30 aprile e «a partire da quella data la Provincia – precisa il consigliere provinciale Luca Zamperini con delega alla Cultura – non potrà più pagare tale servizio». Infatti, in seguito non solo alla legge che riforma le province ma anche alla legge di Stabilità e ai relativi decreti attuativi, l’ente ha ora solo 5 ambiti di competenze: ambiente, scuole superiori, pianificazione territoriale, mobilità e viabilità. Le altre andranno in capo ad altri enti locali, e la cultura in particolare dovrebbe passare alla Regione, ma al momento, con le imminenti elezioni è tutto fermo.

Difronte a tale vuoto normativo e alla conseguente assenza di risorse potrebbe andare perso un servizio che nell’anno appena trascorso ha festeggiato dieci anni di attività con numeri importanti, come risulta dai dati forniti durante la conferenza stampa celebrativa dello scorso 12 novembre: un catalogo online di 1 milione tra libri, DVD e CD, 900 mila prenotazioni via internet di libri e DVD, 9 milioni di prestiti di libri, DVD e riviste e 2 milioni di libri trasportati da una biblioteca all’altra (vedi grafico a fondo pagina, ndr).

Pertanto, se è vero che in caso di spegnimento del sistema le 75 biblioteche comunali rimarrebbero in funzione, si determinerebbe però uno scadimento dell’offerta tornando a proporre ai cittadini un patrimonio librario limitato alla disponibilità locale del singolo comune.

Zamperini racconta che allarme comincia in settembre, quando l’allora presidente Giovanni Miozzi invia ai Comuni una lettera in cui sono avvisati delle prossime difficoltà dell’ente nel continuare a finanziare il sistema; il successore Antonio Pastorello in una successiva lettera conferma il problema e si impegna a trovare una via d’uscita.

Per favore Accedi per vedere questo contenuto. (Non sei registrato? Registrati!)
Written By

Laura Muraro è nata a Verona il 1 marzo 1963, consegue la maturità classica e nel 1987 si laurea in Lettere all’Università di Padova. Inizia quasi subito a insegnare nelle scuole medie e superiori di Verona e provincia. Dopo aver frequentato un corso di giornalismo al Centro Mazziano (Verona), dal 1989 collabora con periodici e uffici stampa locali. È iscritta all’Ordine dei giornalisti come pubblicista dal 1992. Insegna lettere come docente di ruolo presso un istituto veronese. lauramuraro@alice.it

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Firma la petizione

Meno agitazione più informazione. Abbonati a Verona In

Campagna abbonamenti Verona In

Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement

Facebook

Altri articoli

Opinioni

È necessario un rapporto riconciliato con la politica per costruire con fatica e coraggio mediazioni alla ricerca del maggior bene possibile.

Lettere

«Un Servizio Sanitario che continua a definirsi nazionale mentre non lo è. La mia esperienza al momento della seconda dose di vaccino»

Meteo

Situazione generale. Le nostre regioni settentrionali si trovano all‘interfaccia tra due principali centri di azione ( vedi prima immagine con situazione media in quota-ECMWF):  un...

Meteo

Lasciamo una settimana che ha visto l’azione della depressione associata ad un nucleo freddo responsabile delle terribili alluvioni in Germania, Belgio e Olanda. Anche...

Advertisement