Connect with us

Hi, what are you looking for?

Nessuna categoria

4 dicembre, presentati volumi su fenomeni delittuosi

Anna Leso
Anna Leso

Giovedì 4 dicembre, dalle 17.30 alle 19 al Circolo Ufficiali di Castelvecchio, l’assessorato ai Servizi sociali in collaborazione con la sezione di Verona Centro di Fidapa (Federazione italiana donne arti professioni affari) promuove una tavola rotonda per presentare i volumi “Profili criminali e psicopatologici del reo” e “Vittime di crimini violenti. Aspetti giuridici, psicologici, psichiatrici, medico-legali, sociologici e criminologici” a cura di Giuliana Guadagnini.
I volumi, scritti a più mani da professionisti di diversi settori, trattano in maniera multisciplinare fenomeni delittuosi come lo stalking, il femminicidio, i serial killer, i mass murder, gli omicidi in famiglia ed i reati ad opera e contro i minori. 

L’iniziativa è stata annunciata dall’assessore ai Servizi sociali Anna Leso. Presenti la psicologa e curatrice dei libri Giuliana Guadagnini, Nicoletta Coeli di Fidapa Verona Centro, la moderatrice dell’incontro Elisabetta Gallina, Gabriele Gottardi e Arianna Dilonardo che collaborano all’iniziativa.
Alla tavola rotonda interverranno oltre a Guadagnini, lo psichiatra e psicoterapeuta Carlo Piazza e l’avvocato penalista Massimo Galli Righi. Nel corso della serata sarà presentata anche una mostra di immagini sulla violenza alle donne a cura di Gottardi.  

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altri articoli

Blog

La cessione della Domus Mercatorum a privati rappresenta l'ennesima sconfitta di una Amministrazione che non è riuscita a valorizzare l'eredità storica e artistica della...

Blog

Antistorico e contro gli interessi della collettività che i militari non condividano l’ambizioso progetto di un Grande Castelvecchio

Blog

Vincenzo Tinè propone idee che aprono alla mercificazione della città e sembra rispondere alle domande a cui Sboarina non ha mai replicato

Lettere

Il ritorno al potere dei Talebani ha segnato per la condizione femminile nel paese afghano un altro rovinoso declino, che ci riguarda tutti.

Advertisement