Connect with us

Hi, what are you looking for?

Archivio

Gli Ingegneri hanno riaperto alla città gli ex Magazzini Generali

Martedì 30 settembre è stata presentata alla stampa la nuova sede dell’Ordine degli Ingegneri di Verona che, per primi, si sono insediati nell’area degli ex Magazzini Generali di Verona, il primo edificio dell’intero complesso completamente riconvertito in cui prossimamente sposterà la sua sede anche l’Archivio di Stato di Verona.

Alla conferenza stampa, moderata da Ilaria Segala, sono intervenuti il presidente degli Ingegneri di Verona, Luca Scappini; Paolo Biasi, presidente di Fondazione Cariverona, il vicesindaco Stefano Casali, Antonietta Folchi, direttore Archivio di Stato e Andrea Ferrarese, curatore della mostra I Magazzini Generali. Ingegneria, economia e società nella Verona del primo Novecento” evento inaugurale della nuova sede, realizzata in collaborazione con Fondazione Cariverona e con l’Archivio di Stato.

«Quella di una nuova sede dell’Ordine ai Magazzini Generali è stata una scommessa che oggi possiamo dire pienamente vinta – ha sottolineato Scappini in apertura –. Con la scelta di una sede aperta, condivisa e integrata, l’Ordine degli Ingegneri ha fatto sua l’originaria vocazione culturale sottesa all’intero progetto di riqualificazione dei Magazzini Generali e oggi, inaugurando la sede nel Magazzino 1 dimostra di aver colto e interpretato al meglio le potenzialità insite in questa scelta: quella di una sede aperta allo scambio interculturale, in grado, con le potenzialità logistiche e tecnologiche della nuova struttura di rispondere pienamente al suo compito formativo per i suoi 2800 ingegneri iscritti».

«Oggi è un giorno importante per Fondazione Variverona – ha detto Biasi – perché oltre all’inaugurazione della nuova sede dell’Ordine degli Ingegneri consegneremo anche gli spazi che ospiteranno la sede dell’Archivio di Stato, un centro di cultura e di storia a servizio non soltanto degli studiosi ma dell’intera comunità veronese. Un ringraziamento innanzitutto all’Ordine degli Ingegneri per la lungimiranza della scelta che ha reso sensibili altri Ordini e che porterà alla creazione di un nucleo delle professioni agli ex Magazzini Generali. Un doveroso ringraziamento all’amministrazione comunale di Verona e al Sindaco Flavio Tosi per aver dato credito ai progetti della Fondazione per valorizzare un’area dismessa e a farla tornare centro di interesse e servizi per la città e la provincia. Un ringraziamento anche alle Soprintendenze che hanno avuto un ruolo determinante nel rendere possibile la realizzazione di un vero e proprio sogno».

«Quello di oggi è un altro sogno che si avvera – a sottolinearlo Casali –. Una nuova area della città, che per quarant’anni non ha avuto alcun sviluppo, oggi rinasce come nuova opportunità. Va riconosciuto agli Ingegneri il coraggio dei pionieri per aver accettato la sfida di questa nuova sede che diventerà l’agorà delle idee e delle professioni, luogo di confronto culturale. In un’area di archeologia industriale in pieno recupero e riconversione edilizia per una nuova rigenerazione urbana e sociale».

Advertisement. Scroll to continue reading.
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SCARICA GRATIS

L'Arsenale, grande opportunita per Verona

Advertisement
Advertisement

Advertisement

Altri articoli

Editoriale

Alcuni spunti su come riorganizzare un partito che sta perdendo il contatto con gli elettori. Il feeling con i quartieri si ritrova con la...

Satira

A colpi di matita attraverso il filtro dell’ironia per sorridere anche quando verrebbe da piangere, perché il sorriso aiuta a tenerci vigili

Satira

A colpi di matita attraverso il filtro dell’ironia per sorridere anche quando verrebbe da piangere, perché il sorriso aiuta a tenerci vigili

Opinioni

Dopo i fallimenti degli ultimi anni, con perdita di pezzi rilevanti dell'economia veronese, il settore chiede una chiara visione del futuro e sforzi progettuali...

Advertisement