Connect with us

Hi, what are you looking for?

Spettacoli

Grande Teatro, presentata la stagione 2014/2015 al Nuovo

Silvio Orlando

Silvio Orlando

Prenderà il via martedì 25 novembre la stagione 2014-2015 del Grande Teatro, organizzata dal Comune in collaborazione con il Teatro Stabile di Verona. Il cartellone è stato presentato qlunedì 22 settembre dal consigliere comunale incaricato alla Cultura Antonia Pavesi e dal direttore artistico della rassegna Gianpaolo Savorelli. Presenti il vicepresidente e assessore alla Cultura della Provincia Marco Ambrosini, il direttore del Teatro Stabile di Verona Paolo Valerio e il responsabile delle Sponsorizzazioni Unicredit Remo Ballini.

Il cartellone prevede 8 spettacoli per un totale di 48 serate al Teatro Nuovo, dal martedì alla domenica, fino al 29 marzo 2015.«Anche quest’anno – ha detto Pavesi – torna uno degli appuntamenti più attesi dalla città, una rassegna di altissimo livello che, giunta alla ventinovesima edizione fa parte della storia della cultura di Verona». «Otto titoli di grande qualità – ha spiegato Savorelli – che sapranno coniugare autori classici ad autori contemporanei, con interpreti di richiamo nazionale. Dopo il successo dello scorso anno, e il grande seguito del pubblico, manterremo anche quest’anno inalterati i prezzi e le offerte per i giovani».

La rassegna si aprirà con lo spettacolo “Enrico IV” di Luigi Pirandello in scena da martedì 25 novembre a domenica 30 con Franco Branciaroli nel duplice ruolo di protagonista e regista dell’allestimento proposto dal CTB Teatro Stabile di Brescia in collaborazione con il Teatro degli Incamminati. Seguirà dal 16 al 21 dicembre “Il giardino dei ciliegi” di Anton Cechov proposto dal Teatro Stabile di Napoli e dal Teatro Stabile di Verona, per la regia di Luigi Fusco.

Il 2015 si aprirà all’insegna di Eduardo De Filippo con “Sogno di una notte di mezza sbornia”, in programma dal 13 al 18 gennaio, con Luca De Filippo protagonista, la regia di Armando Pugliese e la produzione di Elledieffe. Dal 27 gennaio al 1° febbraio sarà il Teatro Stabile di Verona a proporre il testo di Daniel Glattauer “Le ho mai raccontato del vento del Nord” con Chiara Caselli e Paolo Valerio, interprete e regista. Seguirà dal 10 al 15 febbraio “Il Visitatore”, di Eric-Emmanuel Schmitt, per la Golden Art Production, con Alessandro Haber e Alessio Boni; regia di Valerio Binasco. Dal 24 febbraio al 1° marzo sarà il turno de “La scuola” di Domenico Starnone, portato in scena dal Teatro Nuovo in collaborazione con La Pergola; Silvio Orlando e Daniele Luchetti rispettivamente protagonista e regista della pièce. Il penultimo appuntamento, in cartellone dal 10 al 15 marzo, sarà “Don Giovanni” di Molière interpretato da Alessandro Preziosi, anche regista dello spettacolo, con Khora Teatro e Teatro Stabile d’Abruzzo. Ultima rappresentazione sarà “La gatta sul tetto che scotta” di Tennessee Williams, in scena dal 24 al 29 marzo, nell’allestimento della compagnia Gli Ipocriti; protagonisti Vittoria Puccini e Vinicio Marchioni, diretti da Arturo Cirillo.

Come nelle passate edizioni, nei giovedì di spettacolo i protagonisti del Grande Teatro incontreranno il pubblico nel foyer del Nuovo alle ore 17. Gli otto incontri saranno preceduti da altrettanti “inviti alla visione”, otto “aperitivi teatrali” a cura di Simone Azzoni. Tutte le informazioni sono disponibili sul sito del Comune di Verona e al numero 045/8077201. Dal 6 al 16 ottobre sarà possibile confermare i vecchi abbonamenti, mentre dal 22 al 31 ottobre ci sarà la vendita dei nuovi abbonamenti. Dal 3 novembre vendita dei biglietti al Teatro Nuovo, tramite circuito Geticket  (numero verde sportelli Unicredit Banca abilitati 800323285), Call Center (tel.848002008), su www.geticket.it e presso Box Office, via Pallone 12/a, tel. 045/8011154. 

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement
Advertisement

Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement

Altri articoli

Cultura

L'offensiva nera contro il sindacato anticipò l'occupazione del Corriere del Mattino e la salita al potere del Fascio nel 1922

Inchieste

INCHIESTA – Dubbi sui piloni del viadotto di San Bonifacio per la possibilità che scavi profondi colleghino falde pulite e aree contaminate

Interviste

INTERVISTA – I dubbi di Vasco Carradore ex consigliere comunale di San Bonifacio: «Con gli scavi le falde potrebbero essere a rischio»

Editoriale

Il giornale Verona In punta sulla formazione degli aspiranti giornalisti. Il Progetto editoriale e la campagna di crowdfunding Stampa libera.

Advertisement