Connect with us

Hi, what are you looking for?

Opinioni

Cronaca di Verona: la rassegna stampa della settimana

Sette giorni a Verona, rassegna stampa di domenica 23 marzo. Il lunedì alle 9.35 su Radio Popolare Verona

– La settimana inizia con il caso Giacino, con la lettera dove l’ex vicesindaco proclama la propria innocenza riguardo le accuse di corruzione e peculato inerenti la sua attività amministrativa. Vito Giacino incassa la solidarietà del sindaco Flavio Tosi che elenca tutte le operazioni a vantaggio del Comune portate in porto dal suo ex braccio destro.

– Cinque caserme di Verona potrebbero diventare spazi a disposizione della città. Tra le 385 caserme che lo Stato pensa di cedere ai Comuni ci sono infatti anche quelle Li Gobbi, Busignani, San Bernardino, Castel San Felice e Palazzo Pianelli. In alcuni casi si tratta di aree vaste per la cui destinazione si parla di un bando internazionale di idee.

– 500 appartamenti di 80 metri quadri. E’ quanto prevede per la frazione di Montorio il Piano degli Interventi licenziato dall’ex vicesindaco Vito Giacino, ora sotto la lente di ingrandimento delle opposizioni, che vogliono vederci chiaro in tutta quella colata di cemento. Alcuni appartamenti sarebbero stati costruiti in aree Peep per poi essere venduti a prezzi di mercato.

– L’Amministrazione comunale di Verona intensifica il contrasto all’accattonaggio. 300 le espulsioni nella nostra città. «Servono nuove leggi per garantire l’allontanamento definitivo di queste persone» tuona il sindaco Tosi, mentre il comandante dei vigili Luigi Altamura invita i cittadini a non assecondare il racket dello sfruttamento attraverso le elemosine.

– Non si può appaltare un’opera pubblica per poi cambiare il progetto previsto dal bando. Lo dicono in primis il buon senso ma anche una recente sentenza del TAR campano. E su questa sentenza torna d’attualità il traforo delle Torricelle fortemente ridimensionato per motivi economici ma che la Giunta vorrebbe riproporre in versione mignon.

– Giovani e alcool. In Veneto aumentano i giovanii ubriachi nel fine settimana e si abbassa la soglia della loro età. I dati preoccupanti sono riportati da un’inchiesta del quotidiano l’Arena. E’ vietato vendere alcolici ai minorenni ma molti gestori di bar intervistati ammettono di non rispettare sempre la legge.

Advertisement. Scroll to continue reading.

– Il bike sharing piace ai veronesi che hanno scelto la bicicletta del Comune 70 mila volte nel 2012 e 110 mila volte nel 2013. Attualmente sono 24 le stazioni attive. La più utilizzata è quella di Porta Nuova, e poi a ruota quelle di Piazza Bra, Porta Palio, Via Cappello e Università. 1435 gli abbonamenti.

– E visti i risultati dl bike sharing l’Amministrazione comunale sta preparando un bando di gara per lo stesso servizio a quattro ruote: il car sharing. L’AMT, a cui è stato affidato lo studio del progetto, ha proposto di utilizzare piccole auto elettriche. Le auto pubbliche consentirebbero un abbattimento dei costi rispetto all’utilizzo dell’auto privata sui piccoli tragitti e si avrebbe un minor inquinamento dell’aria.

– Corso Milano strada killer. In un anno 13 pedoni investiti, 5 negli ultimi 30 giorni. Corso Milano è stato teatro di numerosi incidenti mortali e il rifacimento della strada con le rotonde non è servito a diminuirne la pericolosità. «Mancano adeguate piste ciclabili e corsie preferenziali per il trasporto pubblico» è il commento del capogruppo PD in Consiglio comunale Michele Bertucco.

– «Da anni si parla di restauro per la Domus Mercatorum di Piazza Erbe ma la Soprintendenza pone troppi vincoli e anche la Banca Popolare che ha gli uffici al piano terra rema contro». Lo ha dichiarato il presidente dell’ente camerale Alessandro Bianchi nel giorno di fine mandato. E’ stata invece annunciata la spesa di 15 milioni di euro per il restauro della Camera di Commercio a Porta Nuova.

– Giusepe Riello, è il nuovo presidente della Camera di Commercio di Verona, eletto con il consenso unanime dei 33 votanti. Innovazione e semplificazione sono le parole chiave del neoeletto, espressione di Confindustria Verona. Tra i primi nodi da affrontare l’entrata dell’Aeroporto Catullo in SAVE, il nuovo polo aeroportuale del Nordest.

– Il Sindaco Tosi sta ripensando a un rimpasto nella sua Amministrazione. Dopo le dimissioni dell’ex vicesindaco Giacino manca infatti un assessore in Giunta. Potrebbero lasciare anche l’assessore allo Sport Marco Giorlo e quello al personale Enrico Toffali. Fra i papabili Fabio Venturi, Giorgio Pasetto e Maria Cristina Motta.

– Il Treno Verde di Legambiente con Verona non è stato tenero. I dati sull’inquinamento dell’aria pongono la nostra città come capofila tra le città più inquinate del Veneto. Le concentrazioni di PM10 che respiriamo sono il triplo di quelle previste dalla legge. Valori simili anche per il PM2,5 e soglie sforate anche per il benzene.

Advertisement. Scroll to continue reading.

– E a proposito di inquinamento la presenza di idrocarburi nel terreno ritarda l’apertura del parcheggio all’ex gasometro. La bonifica è partita ma si dilatano i tempi per ripulire l’area dagli inquinanti. Il parcheggio, lo ricordiamo, permetterà il deposito di 439 auto e 64 pullman e sarà aperto giorno e notte, collegato al centro ogni 10 minuti con un bus navetta.

– La Provincia ha approvato il Piano territoriale di coordinamento provinciale. Si tratta di un documento amministrativo che ha come scopo di regolare lo sviluppo a livello intercomunale. Il piano riguarda la rete ecologica, le infrastrutture, i trasporti, l’edilizia, il commercio, il turismo e le scuole.

– Legalità, lotta alla criminalità organizzata e alle sue infiltrazioni al Nord. Verona il 21 marzo è stata protagonista della giornata che ricorda le vittime innocenti di mafia. Una serie di iniziative hanno animato la nostra città: incontri, film, flashmob. Venezia con 35 sequestri  è la prima città del Veneto per beni confiscati alla mafia. Subito dopo viene Verona con 25 confische.

– Il Consiglio comunale vota per la verifica delle attività amministrative legate alle inchieste avviate dalla Magistratura su urbanistica, appalti e assunzioni. Non passa la proposta di istituire una Commissione di inchiesta comunale guidata dalla minoranza. Passa invece quella della maggiornaza di istituire una Commissione dei capigruppo coadiuvati da alcuni tecnici.

– Il Piano economico finanziario che dovrebbe sostenere il nuovo filobus non regge. Lo ha scritto il nuovo direttore generale dell’Azienda Trasporti Verona Stefano Zaninelli in una lettera indirizzata a Comune, Provincia e AMT, proprietari di ATV. Secondo Zaninell la gestione del servizio costerebbe 4 milioni e mezzo in più all’anno rispetto a quanto previsto.

– Domenica si è svolta la Giornata mondiale dell’Acqua. Comune, Acque Veronesi, AGSM e AMIA hanno organizzato in piazza Bra stand e giochi per sensibilizzare la cittadinanza sulle tematiche ambientali. Ricordiamo che l’Italia è il primo consumatore di acqua in Europa, e il terzo a livello mondiale.

– Articolo 21, l’autorevole associazione italiana a difesa della libertà di stampa torna ad occuparsi delle querele licenziate dall’Amministrazione Tosi nei confronti dei giornalisti. In 7 anni di mandato il sindaco di Verona ha firmato ben 70 proposizioni di querela per diffamazione, un record che suscita interesse nel momento in cui il Parlamento sta discutendo una nuova legge per regolare la materia.

Advertisement. Scroll to continue reading.

– La settimana termina con un omicidio. A Pastrengo un uomo viene ucciso nella notte in strada con due colpi di fucile. Si tratta di un operaio albanese e le indagini sono tuttora in corso.

G.M.

Ti serve un Ufficio stampa?

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

MEMORY BOOKS

Scarica gratis

COSA SONO I MEMORY BOOKS?
Approfondimenti su tematiche veronesi.
A COSA SERVONO?
Offrono una visione diversa di città.
QUANTO TEMPO PER LEGGERLI?
15 minuti.
PERCHÉ SCARICARLI?
Sono rari.
QUANTO COSTANO?
Nulla.

Advertisement
Advertisement

Advertisement

Altri articoli

Satira

A colpi di matita attraverso il filtro dell’ironia per sorridere anche quando verrebbe da piangere, perché il sorriso aiuta a tenerci vigili

Flash

Si terrà martedì 7 febbraio ed è organizzato da Libera contro le mafie, CIPRA, Italia Nostra, Legambiente Onlus, Mountain Wilderness Italia, WWF Italia con...

Flash

Il progetto si inserisce nelle misure che l’Amministrazione comunale sta mettendo a punto a favore della mobilità sostenibile e della qualità dell’aria

Bacheca

Gli abbonamenti servono a sostenere il nuovo piano editoriale del giornale (cultura, ambiente, turismo, opinioni) e a finanziare l'iscrizione all'Albo dei pubblicisti dei giovani...

Advertisement