Connect with us

Hi, what are you looking for?

Archivio

Le scuole del sole, progetto di sensibilizzazione ambientale

Si svolgerà da novembre 2013 a maggio 2014, nelle scuole primarie Europa Unita, Monsignor Chiot, Risorgive, Don Mercante e nelle scuole secondarie di primo grado Fava, Giovanni XXIII e Martin Luther King, il progetto formativo di sensibilizzazione ambientale Le scuole del sole.

L’iniziativa, promossa dal Comune di Verona nelle sette scuole cittadine interessate in collaborazione con Agsm e Fondazione Centri Giovanili Don Mazzi, è stata presentata questa mattina dagli assessori all’Ambiente Enrico Toffali e all’Istruzione Alberto Benetti. Presente Patrizia Bravo in rappresentanza della Fondazione Centri Giovanili Don Mazzi.

Il progetto, che coinvolge circa 14 classi delle sette scuole aderenti, punta a sviluppare nei ragazzi la consapevolezza dell’importanza del rispetto dell’ambiente, del risparmio energetico e dell’utilizzo delle energie alternative, attraverso un percorso didattico e di reportistica sui consumi, costruito anche sulla base di scambi e di confronti tra gli studenti per una maggiore condivisione del cambiamento culturale e dell’adozione di comportamenti orientati al consumo consapevole.

«Questa iniziativa – dichiara l’assessore Toffali – ci permette non solo di rendere più consapevoli i ragazzi, che saranno i futuri cittadini, sull’importanza del risparmio energetico, ma è la dimostrazione pratica per tutti di come l’utilizzo dell’energia solare e della tecnologia riduca l’inquinamento e la spesa, pur garantendo l’efficienza della prestazione». Per l’assessore Benetti «non si educa all’ecologia dell’ambiente, se non si educano prima i nostri studenti all’ecologia dell’uomo».

Il percorso formativo prevede: una prima parte analitica di approfondimento sul tema energetico, sugli impianti fotovoltaici e sull’analisi dell’utilizzo di energia a scuola (comportamenti, stato degli impianti, etc); ed una seconda parte pratica, con protagonisti gli studenti che, con il supporto degli insegnanti, individueranno le buone pratiche per il risparmio energetico e le adotteranno nel mese di marzo 2014 al fine di apportare effettive riduzioni sui di consumi elettrici scolastici.

Per confrontare le loro esperienze sul progetto i ragazzi saranno ospitati nella sede della Fondazione Centri Giovanili Don Mazzi di Cavriana. Tutte le 7 scuole comunali a partire dall’estate 2012 hanno sul tetto un impianto fotovoltaico di proprietà di AGSM, la multiutility veronese che ne ha curato tutti gli aspetti dalla progettazione all’installazione e che ne garantisce gestione, manutenzione e collegamento alla rete elettrica, dopo aver vinto la gara ad evidenza pubblica indetta dal Comune di Verona.

Advertisement. Scroll to continue reading.

Con periodicità mensile ogni scuola riceverà da parte di Agsm i dati di consumo di energia elettrica, i dati di produzione di energia elettrica degli impianti fotovoltaici, le emissioni di CO2 evitate e quelle finali. Tali dati consentiranno agli insegnanti di fare le opportune riflessioni all’interno del proprio percorso disciplinare, analizzando eventuali sprechi a scuola, lo stato degli impianti e proponendo misure per il risparmio energetico. Il 5 giugno 2014, in occasione della ‘Giornata dell’ambiente’, sarà premiata la scuola che in percentuale avrà ottenuto il maggior risparmio energetico.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SCARICA GRATIS

L'Arsenale, grande opportunita per Verona

Advertisement
Advertisement

Advertisement

Altri articoli

Opinioni

Quello che i giovani non dovrebbero fare è scartare a priori ciò che affonda le radici nel passato, seminando una sorta di odio generazionale...

Flash

Il progetto si inserisce nelle misure che l’Amministrazione comunale sta mettendo a punto a favore della mobilità sostenibile e della qualità dell’aria

Opinioni

Lo studio prende in esame 22 parametri relativi alla struttura dei servizi e ai livelli di spesa. Un'indagine su povertà, disoccupazione, aspettativa di vita,...

Ambiente

Mentre per i sindaci dei territori interessati il tunnel servirebbe a rendere più agevole la mobilità, per gli oppositori questa scelta avrebbe effetti di...

Advertisement