Connect with us

Hi, what are you looking for?

Archivio

Parte dalla Provincia un nuovo progetto di rete dedicato alla lettura

Nella Sala Rossa della Provincia è stato presentato In biblioteca si legge, il nuovo progetto di rete dedicato alle attività di pubblica lettura, nato nell’ottica di fornire maggiore fruibilità ed un accesso realmente collettivo ai servizi bibliotecari. La finalità è quella di fornire un supporto sempre più concreto agli enti che gestiscono tali servizi, garantendo alle biblioteche aderenti al Sistema bibliotecario provinciale di Verona e ai singoli utenti la capillarità dell’offerta sul territorio. Il progetto consiste nell’individuare un autore o un testo, in occasione di un anniversario o di una ricorrenza di rilevanza civile o sociale, e proporne una lettura pubblica contemporaneamente nelle biblioteche che aderisconoì all’iniziativa. I singoli appuntamenti concorrono in questo modo a creare un unico grande evento che si viene a svolgere nello stesso giorno, alla stessa ora, proponendo la medesima lettura.

L’appuntamento inaugurale di In biblioteca si legge è dedicato al Giorno della Memoria e si terrà mercoledì 23 gennaio 2013 alle ore 21. Il testo selezionato in occasione di questa ricorrenza è Stelle di cannella della scrittrice tedesca Helga Schneider, attraverso cui si affronta il tema del nazismo e degli accadimenti storici ad esso collegati, rivolgendosi in particolare ad un pubblico di bambini e ragazzi.

Hanno aderito al primo appuntamento di In biblioteca si legge 27 biblioteche comunali (Buttapietra, Caldiero, Castel d’Azzano, Cerea, Cerro Veronese, Cologna Veneta, Colognola ai Colli, Erbè, Fumane, Isola della Scala, Lavagno, Marano di Valpolicella, Mozzecane, Negrar, Peschiera del Garda, Povegliano Veronese, San Martino Buon Albergo, San Pietro di Morubio, San Pietro in Cariano, Sant’Ambrogio di Valpolicella, Sommacampagna, Sona, Sorgà, Tregnago, Valeggio sul Mincio, Villafranca, Zevio) e la biblioteca della Fondazione Fioroni di Legnago.

Il secondo appuntamento si terrà mercoledì 13 febbraio 2013, alle 21, in occasione del Giorno del Ricordo. La lettura selezionata per questa ricorrenza è Quando ci batteva forte il cuore di Stefano Zecchi. Le biblioteche possono iscrivesi ed aderire all’iniziativa compilando l’apposito modulo, disponibile sul software Clavis, e trasmettendolo all’indirizzo e-mail: inbibliotecasilegge@gmail.com, entro il 25 gennaio.

Erano presenti nella Sala Rossa Marco Ambrosini, assessore alla Cultura e Identità Veneta; Francesca Altinier, dirigente responsabile del progetto Sistema Bibliotecario e Sistema Museale della provincia di Verona; Giorgio Penazzi e Ileana Chiamenti, rispettivamente ideatore e coordinatrice del progetto; Andrea Tiberto, responsabile Centro Servizi del Sistema Bibliotecario Provinciale per la società Lise srl; Roberto Alloro, progetto Biblioinventa. Ha inoltre partecipato una rappresentanza degli amministratori dei Comuni e dei responsabili delle biblioteche che hanno aderito al primo appuntamento dell’iniziativa.

Advertisement. Scroll to continue reading.
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Banner-Studio-editoriale-Giorgio-Montolli

MEMORY BOOKS

Scarica gratis

COSA SONO I MEMORY BOOKS?
Approfondimenti su tematiche veronesi.
A COSA SERVONO?
Offrono una visione diversa di città.
QUANTO TEMPO PER LEGGERLI?
15 minuti.
PERCHÉ SCARICARLI?
Sono rari.
QUANTO COSTANO?
Nulla.

Advertisement
Advertisement

Advertisement

Altri articoli

Interviste

INTERVISTA – Andrea Brugnoli: «Dal 2016 pubblichiamo ricerche documentate sulla tradizione del territorio scaligero, disponibili in forma gratuita»

Opinioni

Una nuova politica territoriale, all’altezza dei reali bisogni dei diversi territori richiede una cultura e una responsabilità politica che finora sono state in gran...

Libri

Il riconoscimento è stato consegnato al Centro Congressi di Riva del Garda (TN) nell'ambito del 4° Forum Nazionale sulle Dipendenze Patologiche

Satira

A colpi di matita attraverso il filtro dell’ironia per sorridere anche quando verrebbe da piangere, perché il sorriso aiuta a tenerci vigili

Advertisement