Collaborazioni

Attraverso Verona In tutti possono esprimere la loro opinione, anche in modo continuativo. Si tratta di contributi non identificabili come elaborati giornalistici ma espressioni di pensiero, sotto forma di testi e immagini, pubblicate per dare concretezza all’articolo 21 della Costituzione italiana, secondo le finalità del Progetto Editoriale. Questi collaboratori, come ribadito anche personalmente dall’editore di questo giornale, rinunciano a ogni tipo di rivendicazione, economica o di altra natura, per quanto da loro prodotto ed eventualmente pubblicato da Verona In. Questa regola vale anche per i giornalisti, se i loro scritti rimangono nel campo delle opinioni. Diversamente, quando cioè a un giornalista viene richiesto un contributo tecnico, inerente la sua professione (ad esempio nel caso di un’inchiesta) viene pattuito un compenso.