BannerAmazonVeronain615x60

Miglior film della sezione Africa Short scelto dal pubblico in sala è A Place For Myself, miglior film della sezione Panoramafrica storia raccontata da Wallay a cui si aggiungono i film premiati dalle giurie speciali.

Con la serata di domenica arriva a conclusione anche la 37esima edizione del Festival di Cinema Africano di Verona. Quest’anno, a differenza degli anni scorsi, a decidere il miglior lungometraggio del Premio Panoramafrica e il miglior corto della sezione Africa Short (cortometraggi) è stato il pubblico in sala. Pubblico che ha molto apprezzato i film scelti dalla Direzione artistica per questa edizione. La riprova del gradimento è arrivata dalle valutazioni espresse nelle schede voto che hanno oscillato tra gli 8 e i 10!

Ai due premi del pubblico si affiancano i tre delle Giurie giovani, decisi dalle ragazze e ragazzi dello Spazio Scuole del Liceo delle scienze umane Carlo Montanari, dagli studenti che hanno visto nelle sale e nelle scuole i film, e da quelli dell’Università degli Studi di Verona e dagli studenti universitari. Ai quali si aggiunge il riconoscimento assegnato dalla Giuria speciale del Premio Al di là del muro, formata da un gruppo di carcerati della Casa circondariale di Montorio.

Tra i nove film scelti come migliori (se si tiene conto anche delle menzioni speciali) sono rappresentati otto paesi africani diversi: Ruanda, Burkina Faso, Egitto, Algeria, Ciad, Sudafrica, Senegal e Tunisia. Questo a comprovare come le Afriche hanno dato mostra di sé al pubblico, colpendolo sotto diversi punti di vista. I film vincitori dunque sono:

miglior film della sezione Africa Short scelto dal pubblico in sala è A Place For Myself (Ruanda);

miglior film della sezione Panoramafrica storia raccontata da Wallay (Burkina Faso);

Giuria Spazio Scuole (Liceo delle Scienze Umane Carlo Montanari), che ha visto tutti i lungometraggi, ha scelto il film A Day For Women (Egitto);

il premio New Generations conferito dal pubblico delle studentesse e studenti che hanno visto la selezione di film proposta dalla Direzione artistica nelle sale cinematografiche e nelle scuole, regista un ex equo tra Good Luck Algeria (Algeria) e Tant Qu’on Vit (Senegal);

Giuria Studenti Universitari le ragazze e i ragazzi della Giuria hanno visto tutti i corti della Sezione Africa Short decidendo di premiare The Bicycle Man (Sudafrica) e attribuire due menzioni speciali a On Est Bien Comme Ça (Tunisia) e Daymane Tours (Ciad);

Premio al di là del Murodeciso dalla Giuria del carcere di Montorio, va al film The Lucky Specials (Sudafrica).

Il Festival di Cinema Africano non si chiude però con la premiazione dei film vincitori, la rassegna in attesa di proseguire con il Festival in Provincia, da appuntamento questa sera, domenica 12 novembre, alle 21 al Cinema Santa Teresa, per la serata di lancio della sezione Viaggiatori&Migranti che, novità di quest’anno, accompagnerà i cinque appuntamenti del Festival tutto l’anno.

commenti (0)

Il tuo indirizzo mail non verrà pubblicato

Puoi usare questi tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>