BannerAmazonVeronain615x60

Approvate linee programmatiche di governo amministrazione 2017/2022. Mercoledì 8 novembre, in Consiglio comunale, è iniziato il dibattito sulle linee programmatiche di governo 2017/2022 dell’amministrazione guidata dal Sindaco Federico Sboarina. La discussione è proseguita nella seduta di ieri, giovedì 10 dicembre , ed ha portato all’approvazione del documento.

«La volontà principale di questa amministrazione è di rilanciare la nostra città, partendo dalla valorizzazione delle sue eccellenze, con attenzione per tutto il territorio e di sviluppo della cultura, turismo e infrastrutture per far sì che Verona diventi davvero una smart city. Questi obiettivi verranno realizzati attraverso un gioco di squadra, in cui sarà fondamentale il dialogo con categorie economiche, fiera, aeroporto e Fondazione Arena», ha esordito il sindaco Federico Sboarina, presentando il documento nella seduta di mercoledì scorso.

Dopo la presentazione del sindaco, erano intervenuti i consiglieri Michele Bertucco «Considero generiche queste linee di mandato, rispecchiamo la campagna elettorale ma vedo poche soluzioni»; Tommaso Ferrari «Non c’è abbastanza attenzione all’immigrazione ed è vista solo come problema di sicurezza. Poco toccate le politiche giovanili ma apprezzo l’approccio ambientalista di questa amministrazione»; Federico Benini «Manca un progetto di progetto pubblico di massa che permetta di disincentivare uso del mezzo privato. Noto anche una scarsa attenzione ad alcuni aspetti del disagio giovanile».

Nella seduta del 9 novembre sono state approvate dal Consiglio comunale, con 24 voti favorevoli, 8 contrari e 1 astenuto, le linee programmatiche 2017/2022 dell’amministrazione guidata dal Sindaco Federico Sboarina.
Il documento individua le priorità da raggiungere relativamente a servizi istituzionali, ordine pubblico e sicurezza, istruzione e diritto allo studio, tutela e valorizzazione dei beni e attività culturale, politiche giovanili, sport e tempo libero, turismo, assetto del territorio e edilizia abitativa, sviluppo sostenibile e tutela del territorio e dell’ambiente, trasporti e diritto alla mobilità, soccorso civile, diritti sociali.
In fase di replica il Sindaco ha risposto ad ognuno dei consiglieri intervenuti. «Ringrazio il consiglio per il lavoro svolto in aula. – ha sottolineato Sboarina – Da parte dell’opposizione c’è stata grande disponibilità in termini di progettualità presentate attraverso gli emendamenti che, effettivamente, hanno apportato costruttive modifiche al programma di mandato. Un atteggiamento tenuto da tutti, ad eccezione del gruppo che fa capo al consigliere Tosi, che evidentemente si sente ancora in campagna elettorale. Il confronto con i consiglieri, nel comune interesse di Verona, è stato di fattiva collaborazione, nel rispetto del fatto che il documento rappresenta la nostra maggioranza politica e la linea amministrativa che abbiamo presentato ai cittadini che ci hanno eletto. Sarebbe stato scorretto fare diversamente da quanto promesso».

Accolti, dei 240 emendamenti collegati dichiarati ammissibili, 129 emendamenti di cui 65 a firma del gruppo consiliare Pd (19 Padovani, 25 Benini, 12 Vallani, 9 La Paglia), 17 gruppo Movimento 5 stelle (13 Gennari e 4 Vanzetto), 43 gruppo Sinistra per Verona consigliere Bertucco, 4 gruppo Verona civica consigliere Tommaso Ferrari. Respinti in fase di votazione i restanti emendamenti.

Nel corso della serata sono intervenuti i consiglieri Pd Carla Padovani «I quartieri siano visti come una città policentrica in cui ogni zona sia valorizzata al meglio»; Movimento 5 stelle Marta Vanzetto «Si parla di trasparenza e competenze manageriali, ma alla prova dei fatti mancano indicazioni nel metodo di selezione portato avanti dall’Amministrazione»; Lista Tosi Alberto Bozza «Ci si augura che le linee programmatiche, oggi parole, si riempiano con il tempo di concretezza»; Gruppo misto Anna Leso «Nell’ambito del sociale che non vada disperso il lavoro fino ad oggi realizzato; attenzione alla persona, con priorità ai soggetti deboli e giovani»; Lista Tosi Flavio Tosi «Mi aspettavo riconosceste gli errori sulle scelte sostenute in passato visto che oggi, come nuova amministrazione, le negate o le bloccate».

commenti (0)

Il tuo indirizzo mail non verrà pubblicato

Puoi usare questi tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>