BannerAmazonVeronain615x60

Convincente successo in Sardegna dei gialloblù della diga. La classifica sorride

Se contro Atalanta e Genoa l’organizzazione e la solidità dell’impianto disegnato da Maran avevano prodotto due pareggi, questa volta sono arrivati tre meritatissimi punti. Il Chievo vendica lo 0-4 della scorsa stagione ed espugna la Sardegna Arena con un 2-0 che non fa una piega. Impeccabile la prova dei gialloblù della diga che, dopo un primo tempo attendista, colpiscono nella ripresa con Inglese e Stepinski e affossano il Cagliari di Rastelli, alla seconda sconfitta di fila. Tre punti pesanti: grazie a questo successo il Chievo sale infatti a quota 8 e si assesta a metà classifica  a debita distanza dalla zona rossa dove invece è impelagato l’Hellas. Ce ne fosse ulteriore bisogno, quella di oggi è stata ennesima dimostrazione di quanto sia lineare e pragmatico il calcio di Maran. Ogni pedina sta al posto giusto e sa esattamente cosa è chiamata a fare. La squadra si dispone in campo sempre corta e compatta, chiude tutti gli spazi ed è abile a ripartire e colpire con l’efficacia di un killer di professione.

Sfida all’insegna del 4-3-1-2 speculare. Maran conferma Tomovic al posto dell’infortunato Gobbi e inserisce Rigoni al posto di Hetemaj a centrocampo. Pucciarelli in avanti fa coppia con Inglese. Intrigante il duello a distanza tra trequartisti, Birsa da una parte e Joao Pedro dall’altra. Come a Genova, il primo tempo è bloccato; il Cagliari mantiene di più l’iniziativa ma non punge. La coppia Sau-Giannetti è tenuta agevolmente sotto controllo dalla retroguardia clivense, dove giganteggiano Dainelli e Gamberini.  Anzi, per dirla tutta la migliore occasione ce l’avrebbe proprio il Chievo ma al 40’ Inglese colpisce debolmente. L’unico vero pericolo Sorrentino lo corre quando blocca un colpo di testa di Sau da posizione ravvicinata.

Già poco convincenti nei primi 45 munti, i sardi calano ulteriormente nella ripresa. Dopo otto minuti il Chievo raggela la Sardegna Arena: bellissima la rete di Roberto Inglese, che con un colpo di testa batte Cragno. Per la Torre di Vasto è il secondo gol in campionato. I padroni di casa stentano e al 23’ Birsa pennella in area un cross perfetto ma Castro di testa manda alto sulla traversa.  Rastelli si gioca la carta Cossu per Barella. Il nuovo entrato dà finalmente un po’ di vivacità in più. La palla buona il Cagliari ce l’avrebbe al 35’, ma la botta di Sau dal limite esce d’un soffio alla destra di Sorrentino. I rossoblù ci credono ma al 38’ rimangono in dieci per l’espulsione di Pisacane al secondo cartellino giallo. Maran allora richiama Pucciarelli e manda nella mischia Mariusz Stepinski. Scelta azzeccatissima: prima il giovane polacco sfiora il raddoppio con un tiro dalla breve distanza sventato miracolosamente da Cragno, poi in pieno recupero fulmina il portiere sardo con un secco destro da fuori area. Debutto con gol: il ragazzo ci sa fare e meglio di così non poteva cominciare. Finisce qui. Il Chievo vola a 8 punti e scavalca il Cagliari fermo a quota 6. Domenica prossima al Bentegodi, sarà di scena la Friorentina. Viola avvisati: il Chievo di questa prima parte di campionato è davvero brutto cliente per tutti.

Ovviamente molto soddisfatto, Maran ha così commentato la prova dei suoi a fine gara: «Siamo stati bravi a stare sul pezzo. Arrivare alla terza partita in una settimana in questi condizioni ci ha permesso di avere una marcia in più. I nostri obiettivi sono chiari: noi contiamo di salvarci magari con un certo anticipo. Da quel momento in poi cercheremo di toglierci le nostre soddisfazioni».

Lorenzo Fabiano

TABELLINO:

Cagliari-Chievo 0-2 (primo tempo 0-0)

Marcatori: 53′ Inglese, 93′ Stepinski

Cagliari: Cragno; Padoin (62′ Faragò), Andreolli, Pisacane, Miangue; Dessena (46′ Cigarini), Barella (69′ Cossu), Ionita; Joao Pedro; Sau, Giannetti. All. Rastelli

Chievo: Sorrentino; Tomovic, Dainelli, Gamberini, Cacciatore; Rigoni (33′ Hetemaj), Radovanovic, Castro; Birsa (76′ Garritano); Pucciarelli (84′ Stepinski), Inglese. All. Maran

Arbitro: Aureliano di Bologna

Ammoniti: 64′ Pisacane (C), 69′ Hetemaj (CH), 78′ Castro (78′)

Espulsi: 84′ Pisacane (C)

commenti (0)

*

Il tuo indirizzo mail non verrà pubblicato

Puoi usare questi tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>