BannerAmazonVeronain615x60

A fare gli onori di casa il presidente del Chievo Campedelli e il vicepresidente del Canoa Club Verona Spellini.

Mercoledì 20 settembre, ospite  illustre al Centro Sportivo Bottagisio dove è arrivato in visita il Ministro dello Sport Luca Lotti. A fare gli onori di casa il presidente del Chievo Luca Campedelli e il vicepresidente del Canoa Club Verona Luigi Spellini. Lotti è rimasto molto colpito dalla bellezza di un centro sportivo all’avanguardia, palestra di educazione e crescita per molti giovani veronesi. Un esempio di come il connubio tra pubblico e privato possa funzionare dando risultati soddisfacenti. Dall’1 al 9 aprile del prossimo anno, Verona sarà sede dei Campionati Mondiali Junior di Scherma, un evento di grande portata che attirerà sulla nostra città i riflettori di appassionati e addetti ai lavori provenienti da tutto il mondo. Campedelli  ha ringraziato il ministro per la visita e ha confermato che la macchina organizzativa è a buon punto: «Stiamo lavorando – ha detto – e ci faremo trovare pronti».

Entusiasta Lotti che così ha commentato: «Il mondiale di Scherma Junior è una manifestazione importane. Investiamo sui giovani tramite l’organizzazione di un grande evento. Oggi lo sport ha grande impatto dal punto di vista sociale, economico, e culturale.  Ci stiamo preparando a ospitare nei prossimi anni in Italia grandi manifestazioni come i mondiali di pallavolo, i mondiali di sci a Cortina, e la fase finale degli europei Under 21 di calcio. In Italia dobbiamo assolutamente tornare a investire nello sport. Non lo abbiamo fatto abbiamo fatto per troppo tempo, pensando fosse qualcosa di secondario. Non è così. Investire nelle infrastrutture sportive è fondamentale per il futuro delle nuove generazioni in questo paese». Campedelli ha quindi donato al ministro una maglia del Chievo con il nome di Lotti sulla schiena, cosa che il prestigioso ospite ha mostrato di gradire molto: «Qui  esiste una bella realtà che mette insieme due discipline come il calcio e la scherma.  Quella del Chievo è una bella storia  che spero possa essere emulata e replicata altrove. Sono rimasto colpito dall’organizzazione e dalla lungimiranza con cui si è investito».

A una nostra precisa domanda sul ripristino dei Giochi della Gioventù, il ministro ha così risposto: «Questa è una cosa molto complessa. Vogliamo portare lo sport nelle scuole, e un passo alla volta ci stiamo riuscendo». Lotti ha fatto quindi visita alla sede del Canoa Club Verona dove il vicepresidente Luigi Spellini ha illustrato il progetto in atto per la realizzazione del campo gara di slalom (disciplina olimpica).  Presto partiranno i lavori, curati da Coni Servizi spa; il Canoa Club Verona potrà ospitare gare di livello internazionale e la nuova opera sarà utilizzabile anche per gare di discesa sprint di canoa e rafting, oltre che per raduni di squadre nazionali e straniere, e per esercitazioni di soccorso. La firma al progetto era stata siglata  lo scorso mese di luglio a Roma, e ha suggellato un lungo iter burocratico culminato con l’assegnazione di 220 mila euro nell’ambito del Fondo Sport e Periferie di 100 milioni, finanziato per la prima volta dal Governo Renzi,  e che sarà rinnovato entro una  decina di giorni con un ulteriore impegno di pari importo dall’attuale esecutivo. Lotti, accompagnato dalla deputata del PD Alessia Rotta, membro della direzione nazionale del partito,  si è quindi congedato per altri impegni promettendo, se possibile, di tornare presto a Verona il prossimo 15 ottobre in occasione  dell’Adige Marathon.

Lorenzo Fabiano

commenti (0)

*

Il tuo indirizzo mail non verrà pubblicato

Puoi usare questi tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>