BannerAmazonVeronain615x60

Alla fine settembre è arrivato e da oggi ufficialmente sono il nuovo direttore, o meglio direttrice, di Verona In, raccogliendo la non facile eredità di Giorgio Montolli.

Prima di tutto a lui va il mio grazie per la fiducia che ha voluto accordarmi ora come in passato. Infatti, e per me questo è motivo di orgoglio, l’inizio della mia collaborazione con il giornale risale all’uscita n°6 di marzo 2005, e solo recentemente si è interrotta nel rispetto delle nuove esigenze del media che hanno portato alla mia nomina.

Si chiude un periodo, se ne apre uno nuovo, non cambia però il progetto editoriale.
Consolidata e confermata la prima fase del progetto che rimane quella di garantire a tutti la libertà di espressione (art. 21 della Costituzione), è arrivato il momento di sviluppare la seconda che punta al giornalismo professionale, con una redazione in grado di svolgere cronache, inchieste, interviste. Il progetto è ambizioso, ma adesso la testata gode di un editore, che non più pressato dalle esigenze di redazione potrà dedicarsi alla ricerca e allo sviluppo delle risorse necessarie. Naturalmente sarà fondamentale il lavoro e  l’impegno volontario di redazione e collaboratori chiamati in causa in prima persona in questo progetto di crescita.

Verona In continuerà a favorire il pluralismo delle idee offrendosi come spazio aperto al dialogo e al confronto perché, non possiamo sopportare questa realtà senza impegnarci a trasformarla.
Continueremo a scrivere non per raccontare semplicemente una storia ma per costruirla.
Lavoreremo per sfuggire al sentimento di non potere raggiungere il luogo a cui aspiriamo, come nei sogni, per raggiungere la felicità offrendo uno specchio nel quale riflettersi e riconoscersi.
Continueremo a scrivere come atto di amore nei confronti di un territorio, di una città alla quale tutti noi apparteniamo.

Ringrazio redazione e collaboratori tutti per la fiducia che vorranno concedermi sulla carta in attesa di sperimentarci, ringrazio l’amico non che condirettore Gianni Falcone per la sua saggezza e l’aiuto che non mi ha mai negato, ringrazio i nostri lettori verso i quali i nostri sforzi si indirizzano, perché il giornale non è di chi lo fa, un giornale è un bene comune.

Non resta che iniziare.

Cinzia Inguanta

Cinzia Inguanta

L'autore: Cinzia Inguanta

CInzia Inguanta è nata a Firenze nel 1961. Diplomata in Design all’Accademia di Belle Arti Cignaroli. Giornalista e blogger ha diretto Radio Popolare Verona. Attuale direttrice di Verona In, collabora con il mensile Noticum e il trimestrale Totemblueart affrontando i temi dei diritti civili e della promozione sociale della donna. Nel 2011 ha ricevuto la segnalazione della giuria del Premio Letterario Ibiskos per una raccolta di poesie, sempre con una silloge poetica è tra i classificati del premio letterario Opera Uno; a giugno dello stesso anno pubblica Bianca (Bonaccorso editore). Alcune sue poesie sono pubblicate nella sezione Opere Inedite sul blog dedicato alla poesia di Rainews. cinzia.inguanta@email.it

Commenti (4)

commenti (4)

*

Il tuo indirizzo mail non verrà pubblicato

Puoi usare questi tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>