BannerAmazonVeronain615x60

cyberbullismo

Le pagine sul sito del Comune di Verona dedicate alle politiche giovanili sono ancora ferme alla gestione Tosi; infatti non vi è ancora traccia delle iniziative in favore dei giovani proclamate in campagna elettorale (una pagina e mezza su 31) dal neo sindaco. Ma c’è tempo. Intanto chi per caso vi finisse dentro troverebbe informazioni reperibili un po’ dappertutto e dichiarazioni di intenti molto condivisibili ma che non hanno avuto seguito nella realtà. Se poi si clicca sulla voce “Aggregazione” si scopre che a Verona ci sarebbero ben due centri di aggregazione giovanile promossi dal Comune: il Link in Borgo Roma e il Setup al Saval.

Il primo centro, aperto nei pomeriggi dal lunedì al venerdì, è gestito dall’associazione culturale Madateka che organizza corsi di musica, teatro e danza e offre affiancamento nello studio ai ragazzi che ne hanno bisogno. Cliccando sul secondo si ritorna alla pagina iniziale: forse s’è puntato male il mouse e allora si riprova, ma il risultato è lo stesso.

Nessun errore, in effetti il Setup esiste nell’elenco ma non esiste più nella realtà. Raggruppava un buon numero di ragazzi del quartiere che vi si recavano per essere aiutati nello studio, fare musica, confrontarsi. È stato chiuso un paio di anni fa, pare per la difficoltà di mettere insieme qualche centinaia di euro al mese per farlo funzionare.

Eppure quei ragazzi, col supporto delle cooperative “Cercate” e “L’albero” avevano lavorato per mesi per produrre un video da inserire nelle iniziative della Regione Veneto contro il cyberbullismo.
L’anno scorso è stato presentato fuori concorso con successo al Bridge Film Festival ma il Comune, che avrebbe dovuto diffonderlo negli istituti scolastici, non ne ha fatto niente.

Nella speranza che in futuro si abbia maggiore considerazione per i bisogni e le aspettative dei giovani, lo proponiamo qui.

Gianni Falcone

Gianni Falcone

L'autore: Gianni Falcone

Gianni Falcone, irpino trapiantato a Verona da oltre quarant'anni si diverte ad avvicinarsi alle cose con uno sguardo diverso e una matita, ricavandone vignette. Gli riesce meglio miscelare le due culture che lo attraversano esportando al sud Peara' e Bardolino in cambio di Sopressate, Caciocavalli e Taurasi. giannifalcone.vr@gmail.com

commenti (0)

*

Il tuo indirizzo mail non verrà pubblicato

Puoi usare questi tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>