BannerAmazonVeronain615x60

asilo nido

Ancora risparmi sul lavoro.
Il quotidiano L’Arena dell’8 agosto 2017 riportava la notizia che l’Asilo Nido di Porto dal prossimo anno (anno educativo 2018-19) sarà gestito da una cooperativa, selezionata con apposito bando. Nell’articolo Sindaco ed Assessore competente sottolineano come questa scelta non solo non inciderà sulla qualità del servizio e sulla professionalità delle educatrici, ma porterà ad un prolungamento dell’orario di funzionamento dell’asilo e quindi ad una maggiore flessibilità a favore delle famiglie, oltre che ad una riduzione dei costo dei servizio stesso.

Tutto bene, quindi?
Non può sfuggire che le soddisfatte affermazioni dell’Amministrazione comunale significano che alle nuove educatrici, che subentreranno alle attuali educatrici comunali, verrà richiesta la stessa qualificazione (e non può essere altrimenti), ma lavoreranno più ore e per una minore retribuzione. Il minor costo della cooperativa deriva infatti dalla minore retribuzione prevista per quel personale.
L’Amministrazione Comunale risparmierà (non si evince dall’articolo se risparmieranno anche le famiglie che usufruiranno dei servizio) ed in cambio rinuncerà a selezionare direttamente le educatrici che si occuperanno del bambini ed a gestire direttamente un servizio importante per la collettività legnaghese, consegnandone la gestione ad un’impresa privata.

Continua cosi l’opera cii smantellamento dl un welfare pubblico, di qualità e per tutti iniziata da tempo a livello nazionale e che prosegue indiscussa a livello locale.
In nome del “necessario” risparmio di risorse si consegnano servizi e pezzi di stato sociale alla gestione privata e si prosegue nel risparmiare soprattutto sul lavoro, cercando di retribuirlo sempre di meno.

Mariapia Mazzasette
Segreteria CGIL Verona

commenti (0)

Il tuo indirizzo mail non verrà pubblicato

Puoi usare questi tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>