BannerAmazonVeronain615x60

INTERVISTA – Il 2 agosto 1947 la Callas debuttava all’Arena di Verona. Nell’anniversario dei 70 anni il Maestro Nicola Guerini racconta come è nato l’evento che ricorda la Divina avvicinando la città scaligera alle realtà internazionali toccate dal mito del grande soprano.

Dal 2013 si svolge a Verona il Festival Internazionale Scaligero Maria Callas del quale è fondatore, direttore e presidente il Maestro Nicola Guerini.

– Maestro Guerini, cos’è il Festival Internazionale Scaligero Maria Callas?

«Se continuiamo a ricordare Maria Callas è per la sua modernità e la sua continua ricerca della perfezione che sono ancor oggi motivo di indagine e di approfondimento. Il Festival Internazionale Scaligero Maria Callas, che porta il motto “Happy Birthday Maria Callas! Nascita di un mito”, intende dedicare al grande soprano greco molteplici iniziative artistiche che mettono la città di Verona in contatto e dialogo con tutte le realtà internazionali che l’hanno conosciuta e amata».

Nicola Guerini
Nicola Guerini

– Quali sono i momenti forti del Festival?

«Il Festival mette l’accento su due date che caratterizzano l’iniziativa: il 2 dicembre, giorno di nascita dell’artista, e il 2 agosto, data del suo debutto in Arena con La Gioconda di Amilcare Ponchielli, nel 1947. I due appuntamenti sono l’occasione per approfondimenti e riflessioni sul mondo del teatro musicale: convegni, incontri con artisti e studiosi di fama internazionale, master class, sinergie e collaborazioni (come quella con la Warner Classics) che culminano ogni anno con il conferimento del “Premio Internazionale alla Carriera Maria Callas Verona”, che quest’anno è stato assegnato al tenore Gianfranco Cecchele».

– Quando nasce l’idea del Festival?

«Il Festival è nato nel 2013 a Verona in occasione del 90° anniversario della nascita della Callas. Un’esperienza impegnativa ma di grande soddisfazione. Tra gli artisti coinvolti ricordiamo Franco Zeffirelli (presidente onorario del Festival), Maria Chiara (Premio Internazionale alla Carriera Maria Callas 2015), Rolando Panerai (Premio Internazionale alla Carriera Maria Callas 2016), Daniela Dessì, recentemente scomparsa che ricorderemo con un riconoscimento al tenore Fabio Armiliato; e poi Fiorenza CedolinsCecilia Gasdia (madrina del festival 2014), Stefania Bonfadelli (madrina 2015), il grande musicologo Philip Gossett, il direttore  d’orchestra Donato Renzetti, l’autore e sceneggiatore RAI Italo Moscati, quindi Giovanni Gavazzeni, Vittorio TestaGiancarlo LandiniEnrico Girardi Elvio Giudici e Angelo Foletto».

Maria Chiara, Nicola Guerini
Maria Chiara, Nicola Guerini

– Quali sono state le più grandi soddisfazioni che le ha dato questo festival?

«La mia idea è quella di creare un salotto culturale nel quale gli artisti si incontrino o si ri-incontrino per raccontare la propria esperienza dentro la Bellezza. Lavorando alla realizzazione di un festival come questo ci si accorge di quanto sia attuale la figura di Maria Callas e di quanto l’Opera con i suoi valori eterni faccia parte della vita dell’uomo contemporaneo».

– Quali programmi e iniziative ha in serbo per il futuro?

«Per ricordare i quarant’anni dalla scomparsa del soprano greco (16 settembre 1977), il Festival ha organizzato un importante appuntamento. È già fissata, infatti, la data del 15 settembre presso la libreria Feltrinelli di Verona che mi vedrà affiancato da due ospiti e amici del festival. Paolo Tondo, manager della Warner Classics, presenterà in esclusiva italiana il cofanetto delle incisioni live di Maria Callas e, in collaborazione con Cinecittà; lo scrittore e autore RAI Italo Moscati, che presenterà in prima nazionale il suo ultimo libro dedicato ai quarant’anni dalla scomparsa di Maria Callas, dal titolo Non solo voce: Maria Callas Mai amata regalò l’amore. Per il futuro sto creando una rete con gli istituti italiani di cultura nel mondo e in particolare con l’ambasciata americana di New York in occasione del 2023, centenario della nascita del soprano greco».

Zeno Massignan

 

Il Maestro Nicola Guerini è nato a Verona, ha studiato pianoforte, organo e composizione organistica, orchestra e composizione al Conservatorio Cesare Pollini di Padova, al Conservatorio Giuseppe Verdi di Milano e ha conseguito il Master of Arts in Music Conducting alla Musikhochschule di Lugano, nella classe di Arturo Tamayo; ha poi perfezionato i suoi studi in numerose accademie. Il debutto è stato a 24 anni come compositore e direttore d’orchestra per la Fondazione Arena di Verona. Ha partecipato a festival e prestigiose stagioni concertistiche con orchestre di calibro internazionale. Nel gennaio 2016 ha registrato un nuovo cd per l’etichetta (Universal) Deutsche Grammophon con la PKF Prague Philarmonia e il violinista Ilya Gringolts. È presidente del Fondo Musicale Peter Maag e direttore artistico del laboratorio lirico La Bottega di Maag per giovani talenti.

Foto in alto: Maria Callas

 

commenti (0)

Il tuo indirizzo mail non verrà pubblicato

Puoi usare questi tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>