BannerAmazonVeronain615x60

panchine e Sboarina

 

È una questione di civiltà; lo faccia, e avremo un motivo per credere alle Sue promesse.

Signor Sindaco,
Lei ha insistito, nella Sua campagna elettorale, nell’affermare una discontinuità con la precedente amministrazione e sicuramente questa è stata una delle componenti decisive del Suo successo.
Sono tante le inversioni di tendenza che la città si attende e la maggior parte – Lei lo sa già – richiederanno energie, risorse, contrattazioni, compromessi, aggiustamenti, discussioni, e molte saranno le contrarietà che dovrà affrontare.
C’è però qualcosa che Lei può fare con una spesa modesta e velocemente, riportando Verona al tempo in cui era considerata città gentile e accogliente: togliere dalle panchine quelle odiose barre anti esseri umani che da dieci anni rappresentano il peggior biglietto da visita che presentiamo a chi viene a trovarci.
È una questione di civiltà; lo faccia, e avremo un motivo per credere alle Sue promesse.
Buon lavoro e cordiali saluti.

Gianni Falcone

Gianni Falcone

L'autore: Gianni Falcone

Gianni Falcone, irpino trapiantato a Verona da oltre quarant'anni si diverte ad avvicinarsi alle cose con uno sguardo diverso e una matita, ricavandone vignette. Gli riesce meglio miscelare le due culture che lo attraversano esportando al sud Peara' e Bardolino in cambio di Sopressate, Caciocavalli e Taurasi. giannifalcone.vr@gmail.com

commenti (0)

*

Il tuo indirizzo mail non verrà pubblicato

Puoi usare questi tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>