BannerAmazonVeronain615x60

Verona internazionale

Dopo gli interventi programmatici riguardanti l’Urbanistica (la nuova città delle piazze, della valorizzazione del territorio, del rinnovato rapporto tra Veronesi e Adige) e il lavoro  in particolare dei giovani, proponiamo un altro sostegno alla crescita culturale e artistica, ma anche della ricerca e dell’economia. Verona deve proporsi all’estero, in Europa e in  Africa in particolare, per un arricchimento reciproco. Motorino promotore di scambi è la figura del Console.
Possiamo paragonarlo a un Ministro degli Esteri: è motore di scambi culturali, artistici ed economici tra Verona e alcune città, in particolare europee e africane (dei territori da dove provengono immigrati presenti in città), cercando la collaborazione delle comunità veronesi residenti all’estero, allo scopo di aprire canali di conoscenza reciproca, di collegamento e di collaborazione tra città per scambi culturali (per quanto ci riguarda favorire la presenza alla stagione lirica, a quelle del Teatro Romano e del Filarmonico, la diffusione del mito di Giulietta e le mostre d’arte, tipo quella di Mantegna e dei Maya), economici (come è avvenuto con i banchetti di Norimberga) e della ricerca.
Obiettivo: far circolare ciò che può interessare della nostra città ad altre città e viceversa, in uno scambio continuo e arricchente per tutti.

Tito Brunelli e Alessandro Donadi
veronattiva.it

commenti (0)

*

Il tuo indirizzo mail non verrà pubblicato

Puoi usare questi tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>