BannerAmazonVeronain615x60

Dopo la Verona delle piazze ecco alcune idee contenute nel programma elettorale di VeronaAttiva per recuperare il rapporto dei veronesi con il loro fiume.

In un precedente intervento abbiamo pubblicato la prima parte del programma amministrativo elaborato da VeronAttiva, riguardante la valorizzazione delle piazze: sette nuove piazza Bra, sette nuove via Mazzini e 20 piazze minori, altrettanto importanti, a Verona, soprattutto nei quartieri periferici (La città delle molte piazze di VeronaAttiva). Con il presente intervento continuano le proposte per la Verona che vogliamo e ci riferiamo in particolare all’Adige, che deve diventare il nostro fiume.

Il rapporto tra l’Adige e i cittadini veronesi è quasi inesistente. La lista civica VeronAttiva intende recuperare il ruolo dell’Adige con tre interventi:

  1. L’area nord ovest dell’Adige, in ingresso alla città fino a ponte Catena, con centralità a Parona, viene riqualificata sul modello delle spiagge lacustri e marine, con una o più spiagge artificiali a disposizione di bagnanti e di persone che cercano un momento di tranquillità. L’area sarà attrezzata con punti di ristoro e bar, ombrelloni e sdraio e con la possibilità di bagnarsi. Un utilizzo importante riguarda la metà del grande invaso presso la diga di Chievo: pensiamo all’uso di imbarcazioni, a competizioni natatorie per ragazzi e adulti, ad attrazioni.

  2. I Veronesi devono riscoprire l’area sud est dell’Adige, in uscita dal territorio cittadino. Quello spazio, oggi lasciato a se stesso, è molto bello; parte dal Boschetto e attraversa Porto San Pancrazio, Giarol Grande e San Michele. Possibili attrattive da valorizzare: passeggio, percorsi ciclabili, spazi attrezzati per scolaresche alla scoperta di affascinanti ambienti naturalistici, spiagge, maneggio cavalli, isola, fattoria ecologica, Villa Buri, Lazzaretto e il territorio da attrezzare con l’obiettivo di averlo a disposizione per feste di matrimoni e di compleanni, per incontri di associazioni e gruppi organizzati, per un paio di agriturismo e simili.

  3. Particolare attenzione merita il pezzo di Adige che attraversa la città, da ponte Catena al Boschetto. Alcuni spazi sono facilmente utilizzabili come il grande prato tra le scuole medie Dante Alighieri, il quartiere San Zeno e il fiume, luogo di importanti mura storiche in degrado; lo spazio tra la chiesa di San Giorgio in Braida e l’Adige, in uno scenario di straordinaria bellezza; l’ex Dogana, in quartiere Filippini. Possono diventare siti ludici, sportivi e ricreativi, con corsi di ginnastica aerobica, arti marziali e simili. Si può pensare a piccole spiagge pulite e attrezzate. Lungadige Panvinio e Rigaste San Zeno possono diventare percorsi di pregio, che ospitano eventi come il mercato dell’antiquariato e quello delle novità. Torneranno ai cittadini e ai turisti piccoli spazi lungo il fiume, oggi ‘privatizzati’ e inaccessibili, alla riscoperta di angoli sconosciuti e affascinanti, come luoghi di incontro, di ristorazione e di gastronomia veronese, di ascolto di musiche, di poesie, di brevi opere teatrali. I ponti sull’Adige diventeranno balconi fioriti, con cascate di fiori fino a toccare il fiume, dalla cui acqua saranno alimentati.

    Parco dell'Adige Sud
    Parco dell’Adige Sud

Sperimenteremo tratti di navigabilità, con imbarcazioni adatte alla navigazione fluviale: natanti tradizionali, hovercraft, chiatte. Le difficoltà sono superabili se si garantiscono percorsi con una quantità d’acqua sufficiente. Esperti del settore segnaleranno i periodi di scarsità d’acqua, nei quali si eviterà l’uso di imbarcazioni.

Sogni? No. Sono progetti fattibili, appetibili da parte del Comune e da privati in accordo con il Comune, che favorirà posti di lavoro per giovani e per gruppi di artisti, capaci di far amare la nostra Verona a concittadini e turisti. Guardiania, noleggio di imbarcazioni e di attrezzature, manutenzione, chioschi, musica e arte diventeranno occasione di lavoro.

Tito Brunelli e Alessandro Donadi
www.veronattiva.it

commenti (0)

Il tuo indirizzo mail non verrà pubblicato

Puoi usare questi tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>