BannerAmazonVeronain615x60

un poliziotto per il pd

Una volta in vista delle elezioni il problema dei partiti nel formulare le candidature era chi lasciare fuori, oggi il problema è chi tirare dentro.

Ormai, smessa la funzione di luogo di formazione politica per puntare ad obiettivi più prosaici, i partiti in vista delle elezioni vanno alla ricerca di personaggi in grado di attrarre consensi non tanto intorno a linee, programmi, progetti ma verso un’immagine rassicurante. A volte il giochetto riesce, ma se non si è in grado di circondare il soggetto scelto di persone competenti e sostegni adeguati il fallimento prima o poi arriva: non basta essere un bravo attore o un medico famoso per muoversi con disinvoltura nei labirinti amministrativi.
Ora si parla perfino di un uomo delle forze dell’ordine. E’ stimato, amato, rispettato ma temo che – se dovessero essere confermate le voci che corrono – alla fine si complicherà inutilmente la vita.
Ispirato a mia insaputa dalla dea dei vignettisti avevo già previsto in tempi non sospetti che potesse accadere (qui, alla fine dell’articolo) ma resto dell’opinione che la candidatura di persone che abbiano rivestito ruoli particolari non sia opportuna per motivi facilmente intuibili.

Gianni Falcone

Gianni Falcone

L'autore: Gianni Falcone

Gianni Falcone, irpino trapiantato a Verona da oltre quarant'anni si diverte ad avvicinarsi alle cose con uno sguardo diverso e una matita, ricavandone vignette. Gli riesce meglio miscelare le due culture che lo attraversano esportando al sud Peara' e Bardolino in cambio di Sopressate, Caciocavalli e Taurasi. giannifalcone.vr@gmail.com

commenti (0)

*

Il tuo indirizzo mail non verrà pubblicato

Puoi usare questi tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>