BannerAmazonVeronain615x60

Non solo crediti formativi, il giornale Verona In punta a un diverso modello di stage, con un programma impegnativo rivolto a tirocinanti motivati che insegna le basi del mestiere.

Il periodo chiamato stage che gli studenti passano in ambito lavorativo è un’esperienza utile ai fini della formazione se permette l’incontro di due elementi: l’interesse da parte dello studente per un preciso ambito e la competenza che in quello stesso ambito è in grado di garantire l’azienda. Con questo approccio l’ottenimento dei crediti formativi ai fini curriculari ha un senso.

Di conseguenza abbiamo stabilito regole molto precise per consentire di svolgere un tirocinio formativo e di orientamento all’interno della nostra azienda, la prima delle quali è quella di essere intenzionati a svolgere nella vita il mestiere di giornalista. Quindi l’opportunità dello stage, che non riguarda solo gli studenti del Corso di laurea magistrale in Editoria e Giornalismo, non è per coloro che desiderino lavorare in ambito editoriale ma in altri settori.

Altro requisito richiesto è quello di svolgere il periodo di stage con il giornale Verona In nell’arco di 6 mesi, tempo massimo previsto dal regolamento. La ragione è semplice: sarebbe possibile concentrare le ore previste in circa 3 settimane, con un impegno full-time, ma ciò non permetterebbe di raggiungere gli obiettivi minimi del nostro programma per tirocinanti.

E’ possibile raggiungere questi  obiettivi solo attraverso una frequentazione del giornale prolungata nel tempo, per consentire di imparare a scrivere un articolo per i diversi media e i diversi utilizzi; prendere confidenza con gli strumenti dell’intervista e dell’inchiesta; titolare i pezzi; trattare le immagini; gestire un giornale elettronico (WordPress) e l’interazione con i social; partecipare alle conferenza stampa; rapportarsi con i giornalisti delle varie testate, ecc.

Per il raggiungimento di tali obiettivi è richiesto un impegno maggiore di quello possibile con il monte ore a disposizione, quindi deciderà lo studente se le occasioni che gli saranno offerte durante i 6 mesi si riveleranno qualificanti sul piano professionale tanto da meritare un ulteriore investimento di tempo, oppure limitarsi a svolgere le ore previste. Nostro compito è quello di fornire le opportunità per una scelta che poi avviene in piena libertà.

Ultima condizione richiesta agli stagisti è la residenza anagrafica a Verona. Verona In è infatti un medium locale (la sede è in lungadige Re Teodorico 10, molto vicino all’Università) ed è nostro interesse mantenere i contatti con coloro che frequentando il giornale hanno anche approfondito la conoscenza della città.

Giorgio Montolli
Smart Edizioni – Direttore Verona In
redazione@verona-in.it

Giorgio Montolli

L'autore: Giorgio Montolli

Giorgio Montolli è nato a Verona il 22 giugno 1960. Dal 1984 al 1986 è corrispondente del quotidiano L'Arena; dal 1986 al 1997 è redattore al settimanale Verona Fedele. Nel 1988 si iscrive all'ordine dei giornalisti e collabora con alcune testate nazionali. Dal 1997 è titolare dello Studio editoriale Giorgio Montolli. Dal 2003 è editore e direttore del magazine Verona In, trimestrale di attualità e cultura che nel 2013 diventa giornale online. Nel 2013 edita il periodico di progettualità politica L'ansa dell'Adige e apre la casa editrice Smart Edizioni. giorgio.montolli@inwind.it

Commenti (2)

commenti (2)

Il tuo indirizzo mail non verrà pubblicato

Puoi usare questi tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>