BannerAmazonVeronain615x60

Gino Bartali

Un libro che è un gran premio della montagna pedalato fra camere d’albergo, su strade sterrate, con bici antiche.

l ciclismo, i grandi campioni: Gino Bartali raccontato da Marco Pastonesi, attraverso le parole, le confidenze, i ricordi di coloro che chini sui pedali hanno permesso al campione di diventare tale. Marco Pastonesi, giornalista sportivo di chiara fama, specializzato in rugby e ciclismo, dopo aver narrato le corse di Fausto Coppi (Ediciclo Editore) e Marco Pantani (66thand2nd Editore), dedica ora le sue attenzioni a Bartali e ai suoi gregari con il libro I diavoli di Bartali (Ediciclo Editore).
Introduce e dialoga con l’autore Renzo Puliero del giornale L’Arena, conduce il giornalista Lorenzo Fabiano.
Venerdì 7 ottobre 2016 alle ore 18:30 presso Pagina Dodici Libreria, corte Sgarzarie 6a, 37121 Verona

Bartali era Garibaldi in bicicletta: un eroe nazionalpopolare, un eroe dei due mondi, il Giro d’Italia e il Tour de France.
Tanti, se non tutti, e non solo nel ciclismo, hanno un loro Bartali: un giorno, una notte, un viaggio, una salita, un fiasco, una profezia. Marco Pastonesi va alla ricerca di quel Bartali personale, privato, segreto, nelle testimonianze dei corridori. Bartali diventa quindi una pietra miliare, uno striscione, una fontana o un tubolare, una scusa per ritrovare altre storie e avventure, quelle di capitani e, soprattutto, gregari, mai conosciuti fino in fondo, ma confinati soltanto in un nome e cognome che affollavano ordini d’arrivo o classifiche generali: da Fiorenzo Magni ad Alfredo Martini, da Ferdy Kubler a Raphael Geminiani, da Giovannino Corrieri a Renzo Zanazzi, e poi i quasi anonimi faticatori del pedale, come Secondo Barisone e Lino Ciocchetta, Romano Pontisso e Ubaldo Pugnaloni.
Ne è uscito un libro che tesse una trama di ricordi a due ruote, spesso mai raccontati, mai rivelati finora, forse soltanto perché mai richiesti. Un libro che sa di povertà, semplicità, sudore. E di Novecento. [ediciclo.it]

commenti (0)

*

Il tuo indirizzo mail non verrà pubblicato

Puoi usare questi tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>