BannerAmazonVeronain615x60

Immigrati

Nella mattinata di lunedì 27 giugno una delegazione di CGIL, CISL e UIL si è recata dal Prefetto di Verona Salvatore Mulas in vista della giornata di mobilitazione unitaria nazionale di martedì 28 giugno, al fine di sostenere la richiesta al Governo di estendere la durata del permesso di soggiorno in attesa di occupazione da 12 a 24 mesi.

La delegazione ha fatto presente al Prefetto che i casi di mancato rinnovo del permesso per chi ha perso il lavoro sono numerosi, benché la legge 92/2012 abbia già previsto l’elevazione della durata del permesso per attesa occupazione da sei mesi ad un anno e che il permesso possa essere ulteriormente rinnovato in caso di utilizzo di un ammortizzatore sociale per tutto il periodo di durata della prestazione di sostegno al reddito percepita dal lavoratore straniero, qualora superiore, e nel caso in cui il lavoratore dimostri l’esistenza di un reddito minimo annuo derivante da fonti lecite non inferiore all’importo annuo dell’assegno sociale (circa 5.000 euro).

«CGIL, CISL e UIL – hanno detto i sindacati – chiederanno al Governo di sanare le posizioni dei lavoratori e lavoratrici immigrati che hanno perso lavoro e permesso di soggiorno, di combattere il lavoro nero, lo sfruttamento dei migranti e di fornire indicazioni univoche alle Questure perché il permesso venga rinnovato correttamente e in maniera omogenea su tutto il territorio nazionale». Il Prefetto ha ascoltato attentamente la delegazione sindacale, assicurando il proprio interessamento presso il Viminale per tutte le questioni riportate nel documento unitario che gli è stato consegnato.

commenti (0)

*

Il tuo indirizzo mail non verrà pubblicato

Puoi usare questi tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>