BannerAmazonVeronain615x60

Ho registrato il documentario Monocoltura DOCG. Una devastante Grande Opera a settembre  2014, il mese successivo al disastro di Refrontolo al Molinetto della Croda (TV) sulle colline del Prosecco, in cui rimasero uccise 4 persone e ferite altre 5. Il documentario di 17 minuti, che è stato pubblicato il successivo 2 novembre, raccoglie testimonianze di alcuni  miei cari amici-insegnanti, coerenti ambientalisti nella pratica delle proprie scelte quotidiane, residenti in Refrontolo  e nelle aree vicine.

A loro mi sono rivolto perché  sentivo che gli organi di informazione non mi avevano fornito spiegazioni complete delle dinamiche dei fatti  e  specialmente delle cause che hanno  prodotto quelle  devastazioni e quei dolorosissimi lutti, così simili a tanti altri, sempre più numerosi e frequenti, in ogni parte della nostra  sempre più cadente e malsicura Italia.

Da più di venti anni, ormai, continuo a documentare (gratuitamente per i movimenti davvero ambientalisti e pacifisti)  i veleni sparsi a piene mani, i tagli forsennati di alberi sanissimi, le cementificazioni  a go-go e i nastri di asfalti folli che continuano ad uccidere le acque, ad inquinare le arie, a sottrarre terreni fertili alle produzioni di cibi sani e alle ineludibili riproduzioni degli equilibri complessivi di vegetali,animali, umani.

Tutti gli altri 179 video da me prodotti in  collaborazione con le diverse Associazioni  locali  e con le parti istituzionali più sensibili verso la  difesa del buon senso e dei beni comuni  e quindi  sempre in controtendenza  rispetto alle mafie trasversali che si sono sviluppate nel Veneto  ed in tutto lo stivale dal 1995  ad oggi, sono facilmente  rintracciabili su You Tube.

Su queste strade di  verità  scomode, ho incontrato molti  giovani e anziani, coraggiosi operatori dell’informazione libera. Quella sancita  dal lungimirante e mai pienamente realizzato art. 21 della Costituzione italiana.

E  sono stato toccato da Papa Francesco, che, rimboccandosi le maniche, come il suo predecessore umbro e come  l’Antonio Iberico-Padovano,  organizzatore … 800 anni fa… delle Resistenze antiusura ( e forse per questo morto precocemente)  ha riaperto anche il mio cuore alla fiducia di un riscatto totale di Santa Madre Chiesa dalle spire soffocanti dei  moderni don Abbondi, dei Bravi,  degli Innominabili…  degli avvocati Azzeccagarbugli  già  efficacemente citati da Alessandro Manzoni.

Massimo Marco Rossi

commenti (0)

Il tuo indirizzo mail non verrà pubblicato

Puoi usare questi tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>