BannerAmazonVeronain615x60

Giaciglio-di-fortuna

Sgomberate cinque persone accampate nell’ex Manifattura a cui è stato contestato il reato di «Invasione di edificio privato» . I controlli continueranno a tappeto

Agenti della Polizia locale, della Polizia di Stato e tre unità cinofile della Polizia penitenziaria mercoledì 16 luglio sono intervenuti nell’area dell’ex Manifattura Tabacchi di Verona per scandagliare ogni angolo degli edifici abbandonati. L’esito è stato lo sgombero di cinque persone, tre magrebini e due rumeni, che sono state accompagnate in Questure per gli accertamenti.

I cinque erano accampati in due palazzine, in diverse stanze chiuse a chiave dall’interno. Oltre ad alcuni materassi usati come giacigli, sono stati trovati numerosi vestiti ed effetti personali, tali da far presupporre che le persone usassero tale rifugio di fortuna da parecchio tempo. Inoltre, nelle vicinanze degli alloggi dei cittadini magrebini sono stati rinvenuti numerosi frammenti di stagnola, solitamente usati per confezionare dosi di sostanza stupefacente.

“Invasione di edificio privato” il reato contestato per il quale sono stati denunciati, in stato di libertà, alla locale Procura della Repubblica.

Anche in assenza di rinvenimento di sostanze stupefacenti, il blitz effettuato ha avuto ed avrà ulteriormente in futuro l’obiettivo primario di mettere in sicurezza l’area circostante all’edificio, per evitare degrado, spaccio e ogni altra forma d’illegalità. Ci saranno infatti ulteriori da parte delle Volanti e della Sezione Antidroga della Squadra Mobile, come avviene in quelle zone ritenute sensibili per la sicurezza pubblica e percepiti come maggiormente pericolose dai cittadini.

commenti (0)

*

Il tuo indirizzo mail non verrà pubblicato

Puoi usare questi tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>