BannerAmazonVeronain615x60

napoli-verona-2

In un San Paolo semichiuso, Napoli e Verona scendono in campo per l’ultima gara della stagione 2013/14. Mandorlini conferma quanto detto in conferenza stampa: Nicolas è titolare al posto di Rafael. In difesa scontata a destra la presenza di Cacciatore al posto di Pillud, mentre la coppia centrale è Marques-Moras. In mezzo, il regista è Donadel, assistito da Hallfredsson e Sala. Il tridente offensivo è Iturbe, Toni e Marquinho. 4-2-3-1 per Benitez che rinuncia a molti titolari: Jorginho è il grande ex, coadiuvato in mediana da Dzemaili, mentre Callejon, Mertens e Insigne agiscono a ridosso dell’unica punta Zapata.

L’approccio dell’Hellas è troppo superficiale. I gialloblù sono deconcentrati e non aggressivi ed il Napoli ne approfitta subito andando in vantaggio già al 5’. Mertens dalla trequarti serve Callejon sulla sinistra, lo spagnolo entra in area e trafigge Nicolas con la difesa scaligera assolutamente impreparata. Al 13’ i partenopei raddoppiano, grazie ad un altro episodio deficitario della retroguardia veronese. Insigne per Mertens, assist per Zapata che infila Nicolas con un preciso rasoterra. Gli azzurri fanno quello che vogliono, mentre i veneti stanno a guardare e difficilmente riescono a recuperare palla. Quando vi riescono, le offensive comunque rimangono senza effetto. Al 25’ arriva il terzo gol dei padroni di casa. Jorginho lancia Callejon sulla sinistra, servizio per Zapata al centro dell’area, che tutto solo “incorna” e mette alle spalle di Nicolas. Verso la mezzora gli ospiti prondono un po’ di campo, ma in quanto a pericolosità non creano niente di che.

All’avvio di ripresa l’Hellas appare più vivace. Al 52’ Marquinho recupera palla ed imbuca a destra Iturbe, il cui tiro però è troppo debole per impensierire Doblas. Al 61’ poker Napoli. Sciagurato retropassaggio di Albertazzi per Nicolas, sulla sfera s’avventa Mertens che scarta il portiere e depone in rete. Al 66’ moto d’orgoglio del Verona che sigla il gol della bandiera grazie ad una punizione di Iturbe, deviata all’incrocio dei pali da Zuniga in barriera. Al 76’ arriva la cinquina azzurra. Lancio per Insigne sulla sinistra che appoggia a Mertens, destro dal limite e palla all’angolino basso. Il Napoli potrebbe segnare almeno altre 2 reti ma fortunatamente Nicolas sventa le minacce. All’81’ i gialloblù hanno l’opportunità di segnare il 2° gol: dopo una splendida azione personale, il neo-entrato Gomez, a tu per tu con Doblas si lascia ipnotizzare dal portiere. Termina così il campionato del Verona. La sonora sconfitta del San Paolo però, non macchia la splendido torneo degli uomini di Mandorlini che chiudono al 10° posto in classifica.

Andrea Faedda

Tabellino:
NAPOLI-HELLAS VERONA 5-1
Marcatori: 5′ pt Callejon, 13′ e 25′ pt Zapata, 17′ e 32′ st Mertens, 21′ st Iturbe.
NAPOLI (4-2-3-1): Doblas; Maggio, Henrique, Britos, Ghoulam; Jorginho (dal 33′ st Lasicki), Dzemaili (dal 15′ st Dzemaili); Callejon (dal 1′ st Radosevic), Mertens, Insigne; Zapata.
A disposizione: Colombo, Reina, Reveillere, Mesto, Pandev, Inler.
All.: Benitez.

HELLAS VERONA (4-3-3): Nicolas; Cacciatore (dal 9′ st Gomez Taleb), Marques (dal 24′ st Rabusic), Moras, Agostini (dal 13′ st Albertazzi); Sala, Donadel, Hallfredsson; Iturbe, Toni, Marquinho.
A disposizione: Rafael, Borra, Cacia, Jankovic, Cirigliano, Donsah, Gonzalez.
All.: Mandorlini.

Arbitro: Pairetto di Nichelino.
Assistenti: Di Francesco e Tasso.

NOTE. Ammonito: Agostini, Radosevic, Callejon.

[sociallocker] [/sociallocker]

commenti (0)

Il tuo indirizzo mail non verrà pubblicato

Puoi usare questi tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>