BannerAmazonVeronain615x60

Hellas

Per il lunch-match Verona Catania finisce 4 a 0. Gli scaligeri sono spettacolari e affondano il Catania con 4 gol. Doppietta di Toni in formato mondiale: è lui il Re del Gol. Adesso l’Hellas vede l’Europa

Al Bentegodi, l’Hellas di Mandorlini ospita il fanalino di coda Catania nel “lunch-match” della 35^ giornata di Serie A. Il tecnico gialloblù, ripropone a destra del pacchetto arretrato Pillud, mentre al centro a far coppia con Moras, c’è Marques. Sulla sinistra invece, Albertazzi è preferito ad Agostini. Donadel, schierato in mezzo al campo, è affiancato da Sala e Hallfredsson, mentre in in attacco è confermato il tridente Iturbe-Toni-Marquinho. 4-3-3 anche per Pellegrino. Spolli e Rolin duo centrale difensivo, Lodi a dettare i tempi in mediana e Leto, Bergessio e Barrientos a costituire il trio offensivo.

Arrembante avvio del Verona che al 2’ grazie a Iturbe si conquista una punizione sulla destra. Battuta affidata a Marquinho che impegna Frison in angolo. Al 6’ Hellas già in vantaggio. Spunto di Iturbe sulla destra, il “Turbo” semina tutti in velocità e davanti al portiere siciliano piazza il mancino. Frison respinge sui piedi di Toni che non sbaglia. È il 19° gol del bomber gialloblù in campionato. Gli scaligeri sono padroni del campo, hanno un altro passo rispetto agli etnei e la differenza di classifica tra le due squadre si nota parecchio. Ma al 23’ gli ospiti potrebbero pareggiare. Leto servito in area sulla sinistra, batte a rete a colpo sicuro sul primo palo ma Rafael è pronto e ribatte. Al 28’ arriva il raddoppio veronese. Sala recupera palla al limite dell’area, si porta sulla destra e crossa al centro per la testa di Toni che trafigge per la 2^ volta Frison. 20^ rete per il nr 9 gialloblù. 10’ dopo batte un colpo anche il Catania. Corner dalla sinistra, testa di Rolin e palla alta di poco. Al 42’ Toni si mangia la tripletta: punizione dal limite affidata a Donadel, sfera deviata dalla barriera sui piedi dell’attaccante che calcia alto.

Ma la 3^ segnatura è solo rimandata da lì a breve. Al 45’ Toni difende palla a centrocampo e serve il neo-entrato Gomez (che ha rilevato Iturbe al 37’) sulla destra, l’argentino effettua un traversone per il solitario Marquinho sulla corsia opposta. Stop del brasiliano e tiro di collo pieno sul palo lontano: 3-0! È un dominio Hellas! La ripresa viaggia a ritmi meno vertiginosi. Il Verona è pago del risultato ottenuto nella prima frazione di gioco, ma non disdegna di attaccare. Ha il pieno controllo del campo e appena può riparte in contropiede. Il Catania prova a rendersi pericoloso al 57’ con Leto dal limite, ma Rafael para in due tempi. Al 60’ contropiede gialloblù condotto da Sala, servizio per Marquinho largo a sinistra, tiro con palla che lambisce il 2° palo. È solo il preludio al poker che arriva al 75’ Sala offre l’assist a Gomez posizionato a destra, diagonale perfetto che non dà scampo a Frison. Una vittoria da applausi che manda in delirio il Bentegodi.

L’Hellas vince e convince e l’Europa adesso non è così lontana. Sarà determinante domenica prossima lo scontro diretto con la Lazio, all’Olimpico. Per il Catania invece è quasi Serie B. Che dire di Toni? La punta continua a segnare. In classifica marcatori ora ha persino raggiunto la vetta con 20 realizzazioni insieme ad Immobile del Torino. Che Prandelli si dia una svegliata!

Tabellino: HELLAS VERONA-CATANIA 4-0
Marcatori: 6′ e 28′ pt Toni, 45′ pt Marquinho, 30′ st Gomez Taleb.
HELLAS VERONA (4-3-3): Rafael; Pillud, Moras, Marques, Albertazzi; Sala, Donadel, Hallfredsson; Iturbe (dal 37′ pt Gomez Taleb), Toni (dal 31′ st Cacia), Marquinho (dal 19′ st Jankovic).
A disposizione: Nicolas, Borra, Cirigliano, Donsah, Rabusic, Maietta, Gonzalez, Cacciatore, Agostini. All.: Mandorlini.

CATANIA (4-3-3): Frison; Peruzzi, Spolli (dal 1′ st Gyomber), Rolin, Monzon (dal 36′ st Biraghi); Plasil, Lodi, Rinaudo; Leto, Bergessio (dal 20′ st Caruso), Barrientos.
A disposizione: Ficara, Legrottaglie, Fedato, Izco, Castro, Boateng, Keko, Capuano.
All.: Pellegrino.

Arbitro: Russo di Nola.
Assistenti: Iori e Musolino. NOTE. Ammoniti: Rolin, Monzon, Rinaudo.
Spettatori: 19.856 (paganti: 3.727; abbonati: 16.129).

commenti (0)

*

Il tuo indirizzo mail non verrà pubblicato

Puoi usare questi tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>